Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

L’affollato carro degli sconfitti

28 Maggio 2013, 10:43am

Pubblicato da albertobaldazzi

roman_quadriga-640x254

 

I Tg di martedì 28 maggio - In questa corsa di bighe, quadrighe e risciò, di vincitori neanche l’ombra. Se si guarda ai voti assoluti persi anche da Pd a vantaggio dell’astensione, nessuno può sorridere, perché il Paese non ha elargito sorrisi a nessuno. Ciò nonostante nei Tg si specchiano atteggiamenti diversi. Partiamo da quelli Mediaset che “glissano” decisamente sulla crisi del Pdl: il day after del primo turno delle amministrative è titolato e impaginato basso e incentrato sul “flop” di Cinque Stelle e sulle reazioni meste o incavolate sul blog di Grillo. Non è casuale che nessun dirigente nazionale del partito di Berlusconi - se si esclude un cammeo di Cicchitto – compaia nei Tg di serata. Per Tg 4 e Studio Aperto si tratta di un risultato che “rafforza il governo”: qualcuno si consola con l’aglietto. A Cologno Monzese, insomma, questi risultati non sono piaciuti, ma non lo si può dire. Il pasdaran Giuliano Ferrara anche stasera non si risparmia, ma l’obbiettivo polemico su Tg 4 e Tg 5 è sempre Beppe Grillo.

Di Grillo e del suo sfogo delirante contro gli italiani che hanno sbagliato nell’urna si occupano ovviamente anche le altre testate e l’atteggiamento non è benevolo sia per la Rai che per La 7. I grillini sono inseguiti dai reporter, ma nessuno rilascia dichiarazioni meritevoli di essere riportate. Tg 1 dà addirittura spazio alla presentazione del libro in cui quel brav’uomo di Bisignani parla di collegamenti tra Grillo e i servizi americani.

La forza politica che ha vinto, ma solo se i suoi risultati vengono comparati con la batosta di Grillo e l’ulteriore smottamento del Pdl, è presentissima soprattutto nei Tg Rai: Veltroni su Tg 2, Epifani su Tg 3, Renzi su Tg 1. Bersani “ricompare” su Tg 1 e Tg La 7. Per fortuna nessuno “si allarga” parlando di vittoria, ma certo l’umore tra i democratici è meno depresso, se non addirittura in ripresa.

Passando ad altro, presenti su tutti i funerali della sedicenne di Corigliano bruciata viva dal fidanzato. Come al solito i “ricami” su Tg 4 e Tg 5 a base di immagini private dell’adolescente ci sono apparsi eccessivi. Spazio su tutti per la votazione all’unanimità con cui la Camera ha approvato la Convenzione di Istanbul contro le violenze di genere: una rara e bella pagina ripresa fin dai titoli nei Tg Rai e da Tg la 7. Ricordiamo che ieri durante il dibattito la Presidente Boldrini si era scagliata contro l’Aula quasi vuota.

La Corte dei Conti, che “bacchetta” le politiche di austerity italiane ed europee e parla di 230 miliardi immolati sull’altare del rigore, è titolo per i TG Rai e Tg la 7.

La questione Ilva risale nei titoli del Tg 3, ma è presente anche per altri con Vendola a lungo intervistato da Tg 1. Tg 2 ritorna con un approfondimento sulla situazione carceraria, a ventiquattro ore dalla sentenza della Corte di Strasburgo che ha dato all’Italia solo dodici mesi per sanare una piaga di cui il Paese non può che vergognarsi.

Lorenzo Coletta

 

Dati Auditel dei Tg di lunedì 27 maggio 2013

Tg1 – ore 13:30 3.986.000, 21,98% ore 20:00 4.976.000, 20,97%. Tg2 – ore 13:00 3.194.000, 19,15% ore 20:30 2.672.000, 10,22%. Tg3 – ore 14:30 2.123.000, 13,04% ore 19:00 2.287.000, 14,09%. Tg5 – ore 13:00 3.385.000, 20,17% ore 20:00 4.164.000, 17,57%. Studio Aperto – ore 12:25 2.297.000, 17,78% ore 18:30 1.021.000, 8,22%. Tg4 – ore 14.00 741.000, 4,22% ore 18:55 813.000, 5,02%. Tg La7 – ore 13:30 825.000, 4,55% ore 20:00 2.090.000, 8,72%.

Fonte: www.tvblog.it

L’affollato carro degli sconfitti

Commenta il post