Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

In onda il fuori onda

17 Febbraio 2017, 22:45pm

Pubblicato da Alberto Baldazzi

In onda il fuori onda

I Tg di venerdì 17 febbraio – Gli ingredienti utilizzati nelle cucine dei Tg  questa sera sono gli stessi: l’attesa per la “scissione”, i taxi in sciopero,  i nuovi provvedimenti contro l’assenteismo nella pubblica amministrazione, le sparate di Trump contro la stampa e sugli immigrati.

 

Sul primo tema apertura per tutti, con l’esclusione di Tg3 e Tg5 che scelgono le norme del cdm contri i furbetti del cartellino (il primo), e il caos taxi (il secondo). Nelle vicende del Pd, a 36 ore dall’Assemblea nazionale che dovrebbe risultare decisiva, assumono rilievo per tutti il fuori onda di Delrio, che manifesta la difficoltà di riportare l’ex premier ad una visione unitaria del partito, e la telefonata di Renzi a Emiliano, che “dimostrerebbe” la reale volontà di dialogo. Una cosa è certa: italiani e teleutenti sono tutt’altro che affascinati dai conati interni al maggior partito italiano, e quelli più avveduti farebbero fatica a distribuire in maniera netta rimbrotti ed encomi ai 2 schieramenti contendenti. 

 

I nuovi provvedimenti varati dal cdm sull’assenteismo sono in realtà “vecchi”: si tratta delle norme già contenute nella riforma Madia ma “cassate” dalla Corte per il mancato riferimento al confronto con le autonomie locali. Lo spiega bene Mentana; noi aggiungiamo che le leggi bisognerebbe scriverle bene, per non incorrere in stop determinati dalla complessa cornice istituzionale che avviluppa e (in parte) appesantisce il Paese. Servizi per tutti, ma senza i riferimenti forniti da La7 i teleutenti avrebbero potuto pensare a repliche di quelli di qualche mese fa.

 

Anche la vicenda del braccio di ferro taxisti-Uber “sa di antico”. Altri paesi hanno deliberato, in un senso o nell’altro, sul tema. Il governo ha deciso di rinviare a fine anno le decisioni.

 

La quotidiana pagina su Cinque Stelle, dato che non sono (al momento) uscite fuori altre polizze vita, rimane sul Campidoglio, questa volta incontra sulle polemiche della Lombardi contro ‘orientamento favorevole allo Stadio. Meno male che c’è l’intervento di quel sincero democratico di Grillo che interviene tacitando la Lombardi che, un attimo dopo, si allinea. Secondo titolo per Tg1, terzo per Tg3.

 

L’indagine sulla Consip che chiama a rispondere il padre di Matteo Renzi, è nei titoli di La7 e nei servizi per Tg2 e Tg1. Mentana parla di un “pizzino” che lo inguaierebbe, ma non spiega di più.

 

Per gli esteri qualche accenno al G20 dei ministri degli  esteri con al centro la Libia sula Rai, con ampio servizio solo su Tg1. Trump stasera non fa l’en plein, ma è comunque nei titoli per i 3 Rai e La7. Oltre i consueti attacchi alla stampa, questa sera i fari sono accesi sull’imminente nuovo provvedimento anti immigrati che prevederebbe (ma lui smentisce) la mobilitazione di 100.000 uomini della Guardia Nazionale. Sempre in tema di chiusure e migranti, Tg5 manda un servizio su di un simpatico sindaco ungherese che ha deciso di blindare la sua città contro musulmani e omosessuali, prediligendo “bianchi, europei e cristiani”. Trump docet.

 

La sentenza di appello a L’Aquila sulla discarica di bussi, che finalmente riconosce il drammatico inquinamento prodotto nei decenni dalla Montedison, pur definendo “colposo”, è nei titoli per Tg3 e nei servizi per gli altri Rai e Tg5.

 

Alberto Baldazzi

Commenta il post