Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Una riforma impari

6 Marzo 2014, 23:18pm

Pubblicato da albertobaldazzi

getattachmentI Tg di giovedì 6 marzo - Il paradosso di un Parlamento mai così “rosa” che non vota l’emendamento sulla parità nella rappresentanza di genere, ottiene un “impari” trattamento anche parte dei Tg. Studio Aperto e Tg4 glissano, mentre Tg5 riporta le proteste bipartisan delle deputate e l’appello della Prestigiacono al “suo” partito, vero responsabile dello sfregio: un comportamento difforme che troveremo anche più avanti. Nei titoli, oltre che su Tg5, per i Tg Rai e TgLa7, questo passo indietro, che addensa ulteriori nubi sulla riforma elettorale, dà il senso di una rappresentanza politica che quando si proclama “in linea” con la società civile, lo fa in realtà con tali e tanti distinguo da risultare, come realmente è, poco credibile.

Dicevamo di una certa distanza editoriale tra le testate di Cologno Monzese; la si riscontra anche sulla vicenduola della stravagante canzone dei bambini di Siracusa che ha accolto ieri Renzi. Vicenduola che, però, ha scomodato fior fior di editorialisti, gli attacchi di Grillo ma anche riesumato il “culto della personalità”, scontatamente condannato da Susanna Camusso. Mentre Tg 4 e Studio Aperto “attaccano” a testa bassa, proponendo immagini dei cinegiornali del regime fascista e imbarcando Giuliano Ferrara, autore estemporaneo di un’ulteriore canzoncina sul Premier, Tg5 smonta il tutto e, unico, ci spiega che in realtà Ferrara voleva difendere Renzi dagli eccessi, a destra come sinistra, di un politically correct meritevole di altre applicazioni.

Berlusconi, che torna da ospite al Senato e che attacca la storia del comunismo internazionale, è presente su tutti e viene preso molto, molto sul serio dai Tg Mediaset che ci mostrano il lungo applauso che ha accolto l’ex senatore, senza precisare che ad applaudire sono stati i suoi ex colleghi parlamentari. Cologno Monzese ci assicura che per il Cav. il Milan non è in vendita, mentre sorvola sulla brutta notizia per la giovane compagna: Berlusconi - come riportano gli altri Tg - si ritiene troppo vecchio per un nuovo matrimonio. Intanto la legge elettorale slitta alla prossima settimana, mentre alcuni colleghi giornalisti, non ferratissimi in diritto costituzionale, chiedono ad un Napolitano, che rimane basito, “cosa ne pensa?”. La domanda è forviante, risponde il Presidente: si lasci lavorare il Parlamento (nei titoli per Tg2 e Tg3).

La trasferta di Renzi a Bruxelles, spesa a metà nel vertice per l’Ucraina e per l’altra a rispondere ai giornalisti italiani sui “compiti a casa” e le critiche di fonte Ue ai “numeri” dell’economia nostrana, è apertura per Tg1, Tg2, Tg5, mentre Tg3 e TgLa7 privilegiano la complessa situazione in Crimea con la decisione del parlamento locale che ha votato il “ritorno” alla madre Russia, contestata da Kiev e da Obama.

Intanto la legge elettorale slitta alla prossima settimana, mentre alcuni colleghi giornalisti, non ferratissimi in diritto costituzionale, chiedono ad un Napolitano che rimane basito “cosa ne pensa”. La domanda è forviante, risponde il Presidente: si lasci lavorare il Parlamento (nei titoli per Tg2 e Tg3).

L’espulsione comunicata via blog degli altri cinque senatori Cinque Stelle mette d’accordo tutti Tg che la riportano segnalando che il Movimento è allo sfascio. I Senatori “fedeli” appaiono sempre meno credibilmente convinti nell’applicare i dettani del Portavoce; c’è da chiedersi se, anche al di là del consenso elettorale che la pancia del Paese regala ai Cinque Stelle, la sceneggiata durerà a lungo o se, una dopo l’altra, le stelle imploderanno trasformandosi in buchi neri.

Tg2 continua a sorprednerci assi piacevolmente con la proposta di servizi non scontati. Questa sera è la volta della ricostruzione della storia della vivace comunità italiana presente da secoli in Crimea, oltre che dell’intervista al Presidente dell’Uruguay José Mujica, ex guerrigliero tupamaro, che accoglie la troupe Rai nella sua casa poverissima, avendo tranquillamente rinunciato allo stipendio da Capo dello stato.

Alberto Baldazzi

Dati Auditel mercoledì 5 marzo

Tg1 - ore 13:30 4.047.000, 22,60% ore 20:00 6.026.000, 23,74%. Tg2 - ore 13:00 2.772.000, 17,03% ore 20:30 1.800.000, 6,58%. Tg3 - ore 14:30 1.910.000, 11,60% ore 19:00 1.928.000, 10,13%. Tg5 - ore 13:00 3.298.000, 20,01% ore 20:00 5.178.000, 20,32%. Studio Aperto - ore 12:25 2.277.000, 17,02% ore 18:30 1.004.000, 6,55%. Tg4 - ore 11:30 481.000, 6,72% ore 18:55 793.000, 4,20%. Tg La7 - ore 13:30 736.000, 4,11% ore 20:00 1.868.000, 7,28%.

Fonte: tvblog.it

Una riforma impari

Commenta il post

Una riforma impari 03/06/2014 23:20

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]