Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

The day before

29 Gennaio 2015, 00:05am

Pubblicato da albertobaldazzi

schermata-2015-01-28-alle-21-39-36I Tg di mercoledì 28 gennaio - I Tg di serata, a meno di 20 ore dal primo scrutinio per il nuovo inquilino del Quirinale, nuotano in apnea nel mare magnum del day before. Nulla di particolare da segnalare, per la qual cosa esiste una spiegazione: a differenza di chi nella stampa sta facendo “campagna” (leggi Il Fatto Quotidiano che un nemico contro cui scagliarsi lo trova sempre), gli “editori di riferimento” delle varie testate televisive o sono distratti o non sanno neanche loro cosa vogliono per il dopo Napolitano. Così le interpretazioni sulle 2 ore di colloquio tra Renzi e Berlusconi sono caute e ambivalenti. Per il Pd Tg2 segnala i “toni costruttivi” tra minoranza e renziani. TgLa7 non è un telegiornale, bensì un fiume in piena, visto che Mentana è in straordinaria da ore prima delle fatidiche ore 20. Notevole attenzione alle contorsioni di Cinque Stelle che “lanciano” per le votazioni lampo sul web (domani mattina tra le 9 e le 14) anche i nomi di Prodi e Bersani, mentre i fuoriusciti incontrano di nuovo Renzi con atteggiamento alquanto benevolo. Tra i pazzerelloni di giornata si piazzano bene Salvini e Giorgia Meloni che, facendo inorgoglire l’intera casta dei giornalisti, hanno annunciato che voteranno Vittorio Feltri. Tg2 prende sul serio la burlonata dedicando un servizio. Il nome che emerge mentre scriviamo (dopo l’orario dei Tg) sarebbe quello di Mattarella: una possibile deviazione dal patto del Nazareno. Soprattutto su TgLa7 grande spazio alle previsioni confindustriali che vedono rosa per il pil 2015 (oltre + 2% !). Sarebbe la manna che scende dal cielo per Renzi (e per tutti noi). E’ la seconda previsione positiva, dopo quella di Bankitalia di ieri. Servizi presenti su tutti per la “retata” e i 167 arresti tra gli ‘ndranghettisti e annessi e connessi al lavoro sul terremoto in Emilia del 2012, con le sinistre risate che risuonano come a L’Aquila tra affaristi e maneggioni; il che fa pensare che questo Paese ha forti difficoltà a rimettersi in sesto. Intanto la magistratura bolognese ha disposto il sequestro di beni per più di 100 milioni. La condanna all’ergastolo nel processo torinese per l’omicidio del consigliere comunale Musy e l’aggravarsi della pena in carcere per Fabrizio Corona disposta dalla Cassazione sono i temi di giudiziaria presenti un po’ per tutti. Da segnalare che il “killer” di Yara Gambirasio che pochi definivano “presunto” lo scorso giugno, questa sera su Tg4 compare quasi come una vittima di mala giustizia.

La Grecia è presente con Tsipras che manda segnali ambivalenti a Bruxelles e alla troika: durezza e disponibilità a mediare. Per Tgla7 sull’Europa spira un “grecale buono”. La cronaca internazionale si carica dell’ulteriore tensione al confine tra Libano e Israele, con un razzo di Hezbollah che ferisce 7 militari di Tel Aviv e la rappresaglia che fa un vittima incolpevole tra i caschi blu spagnoli. Notizie contraddittorie sulla sorte dei 2 osteggi giapponesi nelle mani dell’Isis e sulla probabile trattativa in corso per salvarli. Molto bello il servizio del Tg3 sulla presenza di Michelle Obama ai funerali del re saudita che, a causa di una mise tutt’altro che casuale (pantaloni e capo scoperto) ha fatto clamore e creato polemiche tra gli impacciati sceicchi che vorrebbero anche le first ladies occidentali velate. Alberto Baldazzi

Dati auditel dei Tg di martedì 27 gennaio 2015
 Tg1 - ore 13:30 4.168.000, 23.27% ore 20:00 6.804.000, 25.38%. Tg2 - ore 13:00 2.916.000, 17.69% ore 20:30 2.587.000, 8.91%. Tg3 - ore 14:30 2.016.000, 12.02% ore 19:00 2.367.000, 11.55%. Tg5 - ore 13:00 3.406.000, 20.37% ore 20:00 5.459.000, 19.97%. Studio Aperto - ore 12:25 1.996.000, 14.83% ore 18:30 1.174.000, 6.80%. Tg4 - ore 11.30 513.000, 6.98% ore 18:55 898.000, 4.38%. Tg La7 - ore 13:30 698.000, 3.89% ore 20:00 1.571.000, 5.79%.

Fonte:www.tvblog.it

Commenta il post

The day before 01/29/2015 00:09

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]