Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Tg formato “light”

5 Luglio 2013, 13:35pm

Pubblicato da albertobaldazzi

caprese-salad-1-500-500x254I Tg di venerdì 5 luglio – Una settimana che ci ha preparati al primo weekend di luglio, caratterizzato da un esodo in tono minore, con una ginnastica defatigante: nei Tg niente contrasti sulla giustizia, totale assenza di Berlusconi sia in audio che in video, toni attutiti nella maggioranza, con Brunetta intento a picconare più il fondo Monetario Internazionale che il Pd sulla questione imu. In serata occupa il proscenio la non elettrizzante questione delle province, cui il governo ha rimesso mano con un ddl di riforma costituzionale per “toglierle” dalla Carta, visto che la Consulta ha bocciato il per altro sterile decreto di Monti del 2012. Una cosa è certa: le province lì stavano e lì restano, chissà per quanto tempo ancora.

Quando non infuria la polemica politica e non si fa a sciabolate sulla giustizia, si aprono per l’informazione orizzonti sconosciuti che vengono riempiti in parte da una maggiore attenzione agli altri temi, in parte con un po’ di fantasia. Le notizie dell’imminente canonizzazione dei Papi Roncalli e Wojtyla e del’enciclica “a quattro mani” di Bergoglio e Ratzinger sono in apertura per Tg 4 e nei titoli di tutti gli altri, mentre su Tg 3 e Tg1 si aggiunge l’attesa per la visita di Papa Francesco a Lampedusa. I dati sull’ulteriore crollo dei consumi campeggiano in apertura su Tg 5, ma vengono ripresi anche in questo caso da tutti con ampi servizi. Un po’ più speziata la tavola del Pd, con Epifani che incontra i quadri piemontesi (Tg 1, Tg 3, Tg La 7) inviando ramoscelli d’ulivo a Renzi che però non evitano che il Tg 5 titoli sulla “bufera in arrivo in casa Pd”.

L’Egitto è apertura per Tg2, Tg 3 e Tg la 7, nel venerdì di protesta dei fratelli musulmani che “complica” la lettura che del golpe morbido si è fatta dalle nostre parti.

Quando, intorno a metà delle edizioni, risultano esauriti gli obblighi di prima pagina, ecco comparire su Tg 4 e Studio Aperto il count down per la nascita del regale erede di Kate William, ma anche le foto di una Carolina di Monaco che seguirebbe Kate di qualche mese nell’avventura della gravidanza. Il jumper del Duomo di Milano è guest star per molte testate (Apertura per Studio Aperto, titoli per Tg 4 e servizi per TG 1 e Tg 5): se lo sarebbero potuti evitare. Anche Tg La 7, occupandosi del Datagate, seppure in tono critico “riprende” la falsa notizia della ex spia russa Anna La Rossa che avrebbe fatto una proposta di matrimonio a Snowden.

Il centro di Roma risplende nei servizi di Tg 1 e Tg 5 per il progetto del nuovo sindaco mirante a chiudere al traffico la zona di Fori Imperiali; Ignazio Marino gode questa sera delle attenzioni anche del Tg 4 che, però lo “accusa” di girare in bicicletta, con tanto di scorta su due ruote che sottrarrebbe organici alla polizia municipale. Come dire: come si fa, si sbaglia.

Alberto Baldazzi

Dati Auditel dei Tg di giovedì 4 luglio 2013

Tg1 – ore 13:30 3.745.000, 22,23% ore 20:00 4.430.000, 24,11%. Tg2 – ore 13:00 2.544.000, 16,04% ore 20:30 1.932.000, 9,18%. Tg3 – ore 14:30 1.792.000, 12,10% ore 19:00 1.470.000, 11,58%. Tg5 – ore 13:00 3.015.000, 18,92% ore 20:00 3.139.000, 17,00%. Studio Aperto – ore 12:25 2.566.000, 20,43% ore 18:30 851.000, 8,69%. Tg4 – ore 14:00 527.000, 3,31% ore 18:55 704.000, 5,61%. Tg La7 – ore 13:30 696.000, 4,13% ore 20:00 1.195.000, 6,47%.

Fonte: www.tvblog.it

Tg formato “light”

Commenta il post