Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Post con #woodcock

Rivolta?

28 Giugno 2017, 01:02am

Pubblicato da Alberto Baldazzi

Rivolta?

I Tg di martedì 27 giugno – Le aperture di Tg5 e Tg la7 si concentrano sui postumi delle comunali, con le divisioni interne al Pd che si intensificano nello scontro apertosi tra Renzi e l’ex premier Prodi, con Franceschini ed Orlando che dicono che un Pd così “non va”. Alcune testate arrivano a parlare di "Rivolta". Analogo spazio sui Tg Rai va alle tensioni nel centrodestra, con anche Tg5 che dedica un titolo al dibattito interno sulla leadership.

 

L’apertura del Tg1 e del Tg3 va al nuovo massiccio attacco hacker originario dall'Europa dell'Est e che ha tenuto sotto scacco mezza Ucraina, ma la notizia non risale le altre scalette. Assai più spazio su tutte le testate va alla multa miliardaria comminata dalla UE a Google per abuso di posizione dominante (titolo per Tg3 e Tg5), con Tg3 che ricostruisce in un servizio le battaglie dell'Europa contro i giganti della rete.

 

Aperture a parte, ciò che sollecita l'attenzione dei Tg di serata è però l’inserimento del noto PM napoletano Woodcock nel registro degli indagati dell’inchiesta Consip per presunta violazione del segreto d’ufficio, con la complicità della giornalista Federica Sciarelli. Secondo o terzo titolo per tutti. Mentana commenta che, prescindendo dagli eventuali sviluppi sul coinvolgimento del Pm, al pubblico interessa assai più “non tanto chi passa le carte ma chi le ha artefatte”.
 

Il record di sbarchi nelle ultime giornate, che ha visto in 48 ore l’arrivo di oltre 8.500 migranti, fa tornare a parlare fin dai titoli di “esodo senza fine”. Maggiore attenzione sui Tg Rai, mentre Tg4, che vi dedica il secondo titolo parlando di “15 mila arrivi”, se ne occupa per 20 secondi da studio.

 

Il duro giudizio della Corte dei Conti sul contrasto alla corruzione nel Paese,  che viene avanzato con iniziative  “insoddisfacenti” ma anche “disomogenee”, è relegato a metà edizione dei Tg delle 20, senza che alcuna testata gli dedichi particolare attenzione.

 

Il dramma della 43enne disoccupata che decide di darsi fuoco nella sede Inps di Torino campeggia nella pagina della cronaca, e sui titoli delle testate Mediaset. 

 

Sentendosi chiamato in causa, Tg La7 dedica un titolo ai recenti scontri interni alla Rai dovuti anche al “maxi contratto a Fabio Fazio"  per non passare a La7. Mentana smentisce tutta la vicenda, ed afferma comunque che la giustificazione con cui la Rai ha mantenuto alto il contratto di Fazio non ha grande senso perchè nessuno è "indispensabile".

 

L’addio a Paolo Limiti, un altro grande dello spettacolo e della televisione che ci accompagnato per lunghi decenni, figura nei titoli di Tg5 e Tg La7.

 

Luca Baldazzi

Leggi i commenti

D’Alema, malgré lui

31 Marzo 2015, 22:07pm

Pubblicato da albertobaldazzi

schermata-2015-03-31-alle-22-56-43I Tg di martedì 31 marzo - Alcune testate aprono con la vicenda del sequestro a Istanbul del giudice nel Palazzo di Giustizia che si conclude con l’uccisione di due estremisti e il ferimento del magistrato. Scelta inevitabilmente non supportata da adeguate coperture, anche perché Erdogan per buona parte della giornata ha deciso che l’informazione turca “evitasse” di riprendere un avvenimento drammatico che si collega alle manifestazioni di piazza del 2013, la cui repressione fece numerose vittime, come spiega bene il Tg1. L’inchiesta che ha portato in carcere il sindaco Pd di Ischia e i vertici della Cpl Concordia occupa spazio su tutti. D’Alema continua ad essere del tutto involontariamente sulla cresta dell’onda, e Mediaset da una parte se la prende con giudici e stampa per “gli schizzi” che lo hanno investito, dall’altro non resiste alla tentazione di mostrare a lungo la “tenuta galeotta” in Umbria che produce il vino di cui tanto si sta parlando. Su Tg4 Paolo Liguori si produce in un editoriale di solidarietà a D’Alema, che però accomuna intercettazioni e “casi” di assai diverso spessore, assolvendo ex post di tutto e di più. Mentana ci mette del suo e fa confezionare un servizio tutt’altro che neutro sulle “gesta” del Pm napoletano Woodcock. Spazio su tutti ai Cinque Stelle che hanno incontrato la Procura anti mafia perorando un suo intervento organico sul rapporto cooperazione-mafia. Per la politica l’immancabile Renzi di giornata è quello dell’intervista al New York Times con la quale conferma che niente e nessuno lo fermerà sulla strada delle riforme, neanche la fronda interna abbondantemente ripresa da Rai come da Mediaset e La7. Il mesto addio a Forza Italia di Sandro Bondi e Manuela Repetti entra nei titoli per Rai e La7, ma - guarda caso – risulta non pervenuto per Studio Aperto e Tg4, mentre Tg5 dedica pochi secondi da studio. E pensare che il lirico cantore dell’allora Cavaliere è stato presenza fissa per lunghi anni proprio su Mediaset… I dati assai poco comprensibili e comunque inattesi sull’aumento della disoccupazione nel mese di febbraio sono apertura per Tg5 e molto alti per tutti. Ci si capisce assai poco, e TgLa7 lo confessa esplicitamente proponendo un servizio che tenta di metter ordine tra numeri e percentuali. Molto buona la copertura dei 3 Tg Rai sull’ultimo giorno di vita degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, ovvero i manicomi criminali, che da domani non dovrebbero esistere più. Speriamo che sia così: si tratterebbe della fine di una pagina oscura e avvilente delle giustizia italiana. Guardando i dati d’ascolto (vedi sotto) della prima serata feriale con l’ora legale, si conferma che la luce naturale non è amica dei Tg di serata: tutti in discesa, con l’eccezione di Tg2 che “approfitta” della mezz’ora di ritardo rispetto agli altri. Cento anni, soprattutto quando ben spesi, sono un traguardo importante. Auguri a Pietro Ingrao, ricordato ampiamente dai Tg Rai ma anche da Tg5. Alberto Baldazzi Dati auditel dei Tg lunedì 30 marzo 2015
 Tg1 - ore 13:30 3.812.000, 22.56% ore 20:00 5.721.000, 23.91%. Tg2 - ore 13:00 2.623.000, 16.88% ore 20:30 2.410.000, 9.12%. Tg3 - ore 14:30 1.717.000, 10.87% ore 19:00 1.681.000, 10.18%. Tg5 - ore 13:00 3.356.000, 21.37% ore 20:00 4.341.000, 17.81%. Studio Aperto - ore 12:25 1.825.000, 14.69% ore 18:30 799.000, 6%. Tg4 - ore 11:30 400.000, 5.51% ore 18:55 674.000, 4.24%. Tg La7 - ore 13:30 626.000, 3.70% ore 20:00 1.291.000, 5.34%.

Fonte:www.tvblog.it

Leggi i commenti