Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Stabilità traballante?

16 Ottobre 2013, 20:35pm

Pubblicato da albertobaldazzi

legge-stabilitc3a0-2012-governo-monti-1I Tg di mercoledì 16 ottobre - Il duo Letta-Alfano, con il concorso dei supporter nei banchi del governo, difende una legge di stabilità che poco o punto piace ai Tg di serata. Apertura per tutti - con l’eccezione di Studio Aperto che predilige la cronaca- ma fin dai titoli nessun entusiasmo. Il consenso, già assai scarso tra le forze politiche, si volatilizza nelle conduzioni e nei servizi che mostrano scetticismo e delusione. Paradossalmente la leader della CGIL Camusso, in diretta su Tg3, risulta moderata nelle critiche, in confronto alle impostazioni di Tg4, Tg5, e all’ironia di TGLa 7. Saccomanni, in diretta su Tg1, ed Epifani, ripreso da molti, appaiono meno lontani rispetto alle posizioni di parte del Pdl e dello stesso Monti. Il Tg3 è quello che azzarda una lettura più complessiva: Berlusconi avrebbe di nuovo in mente di andare ad elezioni anticipate, magari a marzo, come risposta alla sua “lenta decadenza”; per questo i più nervosi tra i suoi starebbero per sguainare le sciabole della campagna elettorale. Chi è già sul piede di guerra è Beppe Grillo che, nelle vesti del cavaliere medievale, va all’attacco di Letta che deve prepararsi alla fuga subito dopo i risultati delle europee (ripreso da Tg 4). Paradossalmente il Portavoce di Cinque Stelle “regala” così ben otto mesi di vita al gabinetto Letta. Tg3 e Tg2 ci informano che il chiarimento tra i pentastellati sul tema clandestinità è andato a farsi friggere o, quantomeno, è stato rinviato. Concludendo sulla legge di stabilità, Mentana e Tg2 mettono bene in evidenza che i mercati hanno apprezzato, con lo spread ai minimi dal 2011. Tg2 appare nel complesso il più “morbido” con Letta.

La questione amnistia e la situazioni nelle carceri sembra oramai aver affascinato i Tg Mediaset. TG4 “entra” a San Vittore e ci mostra l’invivibilità delle celle. In un titolo Tg5 scettico sulle reali possibilità dell’invocata amnistia, e nel servizio fa i conti sui due terzi di quorum che si allontanano sempre più. Il tutto sembra rendere improduttivi gli appelli di falchi e colombe (Quagliariello di pochi giorni fa) per invocare la sua applicazione per il condannato Berlusconi.

I settant’anni dal rastrellamento nel ghetto di Roma rubano almeno in parte spazio al pateracchio dei funerali del boia Priebke. Servizi ampi per tutti: la cronaca delle celebrazioni nella Sinagoga di Roma alla presenza di Napolitano e del sindaco Marino, ma anche tante proposte di filmati ed interviste ai pochi sopravvissuti e agli scampati. Toccante la presenza in diretta su TgLa7 di un protagonista, Enzo Camerino che, per esplicita ammissione di Mentana, rompe i tempi canonici del Tg e mostra il numero sul suo braccio per rispondere ai non pochi negazionisti. Un buon momento di informazione televisiva; intervista anche su Tg2.

Il bluff dei repubblicani, scoperto da Obama che “vede”, si sta risolvendo con il default Usa che si allontana. Titoli ed ampio spazio sui TG Rai e su La7.

Alberto Baldazzi

Dati audite dei TG di martedì 15 ottobre 2013 Tg1 - ore 13:30 3.800.000, 22,25% ore 20:00 5.594.000, 22,95%. Tg2 - ore 13:00 2.655.000, 17,15% ore 20:30 2.143.000, 7,96%. Tg3 - ore 14:30 1.943.000, 12,52% ore 19:00 2.359.000, 13,35%. Tg5 - ore 13:00 3.063.000, 19,58% ore 20:00 4.933.000, 19,94%. Studio Aperto - ore 12:25 2.044.000, 17,25% ore 18:30 929.000, 6,84%. Tg4 - ore 14.00 661.000, 3,98% ore 18:55 864.000, 4,94%. Tg La7 - ore 13:30 788.000, 4,61% ore 20:00 1.723.000, 6,91%.

Fonte:www.tvblog.it

Stabilità traballante?

Commenta il post

Stabilità traballante? 10/16/2013 21:37

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]