Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

O mia bela Madunina …

10 Gennaio 2013, 15:24pm

Pubblicato da albertobaldazzi

madonnina-milano-saliniI Tg di giovedì 10 gennaio - Due coalizioni, centrosinistra e destra, corrono per vincere, anche se Bersani punta sia alla Lombardia che a Palazzo Madama, mentre Maroni si interessa solo del Pirellone. I centristi puntano a “sporcare “ la vittoria nazionale di Bersani. Berlusconi punta solo a confermare il “partitino proprietario”. Tutti, comunque, come la Madunina, vorrebbero “dominare Milan” e la regione più ricca d’Italia, ma anche più fornita di seggi senatoriali. I TG e i talk traboccano di presenze politiche non proprio equilibrate, come ha segnalato proprio oggi l’Agcom, ma lo scenario dei risultati elettorali e l’avvio della nuova legislatura sembrano incentrati proprio su Milano. Monti – ripreso da tutti i Tg – presenta l’attacco a tre punte (Mauro, Albertini, Ichino) per i collegi senatoriali lombardi, mentre Casini è il più esplicito (intervista su Tg 2) nel chiarire che l’obbiettivo è sfruttare il porcellum fino in fondo. Maroni, frattanto, è tornato ad essere una guest star sui Tg Mediaset: gentile concessione del Cavaliere, perché è evidente il diverso peso tra Lega e Pdl nei sondaggi sulla Lombardia. C’è comunque una paradossale assenza: nei Tg manca completamente il candidato Ambrosoli che, ci scommettiamo, al momento risulta quasi sconosciuto al grande pubblico.

La politica è così invasiva che traspare anche a tv spente. Davanti ai tanti studi televisivi servirebbero i semafori per regolare il traffico di leader. Questa sera D’Alema su Otto e mezzo, Bersani da Vespa e Berlusconi dall’ “amico” Santoro su La 7. Ingroia si lamenta perché sia Bersani che le Tv non lo chiamano, e a conferma di ciò TG 2 riprende la sua odierna intervista a Repubblica TV. Per chi fosse in crisi di astinenza, Sky preannuncia che il confronto a 3 (o a 4) ci sarà ai primi di febbraio.

Cambiando scenario, Tg 2 e Tg 1 intervistano il Procuratore di Grosseto che racconta gli stravaganti comportamenti del Comandante Schettino a poche ore dal disastro della Concordia.

Lo spread sotto quota 260 e i bot a 12 mesi con interessi all’ 0,86% (titoli per tutti), consolano Stato e deficit pubblico ma, da soli, significano poco: vedi le dichiarazioni odierne di Juncker.

Studio Aperto rievoca i fasti della bella e brava Hunziker che, una volta tanto con gradevole ironia, parla del suo lato b che la rese famosa ai tempi di una pubblicità di biancheria intima, commentando: “Che culo!”.

Alberto Baldazzi

 

Dati Auditel dei Tg di mercoledì 9 gennaio 2013

Tg1 – ore 13:30 4.308.000, 23,36% ore 20:00 6.035.000, 22,75%. Tg2 – ore 13:00 2.677.000, 16,24% ore 20:30 2.174.000, 7,55%. Tg3 – ore 14:30 2.241.000, 13,09% ore 19:00 2.534.000, 12,45%. Tg5 – ore 13:00 3.640.000, 21,74% ore 20:00 5.638.000, 21,14%. Studio Aperto – ore 12:25 2.319.000, 17,40% ore 18:30 1.185.000, 7,14% (1P); 910.000, 4,66% (2P). Tg4 – ore 14:00 717.000, 3,96% ore 18:55 920.000, 4,54%. Tg La7 – ore 13:30 956.000, 5,17% ore 20:00 2.121.000, 7,95%.

Fonte: www.tvblog.it

O mia bela Madunina …

Commenta il post