Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Melina sulle sponde del Tevere

5 Marzo 2013, 08:32am

Pubblicato da albertobaldazzi

imagesI Tg di martedì 5 marzo – Il Conclave si riunirà “senza fretta”: i cardinali devono conoscersi e confrontarsi. L’apertura delle Camere non sarà anticipata: per Napolitano è meglio arrivare alle consultazioni dopo una fase di decantazione.

Dopo il fulmine a ciel sereno delle dimissioni di Benedetto XVI° e lo tzunami elettorale, da qualche ora – ma non sappiamo quanto durerà – si assiste ad una calma tesa sulle due sponde del Tevere. Mentre in Vaticano il dubbio è solo sul nome che uscirà dal Conclave, per la politica e le istituzioni l’unica certezza è che nessuno sa né come comincerà, né come finirà la ricerca di una soluzione. I Tg analizzano la situazione sulla base delle poche mosse di giornata. La passeggiata di Renzi all’uscita di Palazzo Chigi diviene centrale per telecamere e fotoreporter, anche se non esce neanche mezza notizia. I commentatori latitano, solo Ferrara, su Tg 4, ripete l’ultima vulgata del centrodestra: Bersani smetta di pensare a Grillo e si accordi con il Cavaliere. I Tg Mediaset, che la scorsa primavera flirtavano con Cinque Stelle perché alleati nella critica alla politica dei tecnici, ora proseguono a sparare sui grillini e sulle prospettive di mediazione con Bersani. Anche le altre testate – è il caso di Tg2, Tg3, e TG La 7 – fanno i raggi x alle prime contraddittorie uscite della leadership del Movimento, verso il quale Vendola ( Tg 3, Tg 1) continua a mantenere porte e braccia spalancate. Attesta spasmodica per la direzione del Pd di domani, che rappresenterà il pane quotidiano per i Tg, ma con difficoltà un vero chiarimento politico.

Sempre per la politica, un buon Tg 1 fa visita al sindaco di Parma Pizzarotti, che deve mandare giù il rospo dell’inceneritore. Buono, poi, il servizio-ricostruzione della Scilipoti&Razzi-story. Infine, sempre Tg 1 è l’unica testata che dà la notizia del maxi sequestro alla ‘ndrangheta di beni per 450 milioni di euro sulla costa ionica della Calabria, corredato da una ventina di arresti di boss delle ‘ndrine.

Nel frattempo Bankitalia ci delizia con la propensione al risparmio degli italiani più che dimezzata in vent’anni e sulle famiglie che, due su tre, hanno redditi non sufficienti ad assicurare i consumi base. Buona la copertura del Tg 2.

TG La 7 – ancora “orfano” di Enrico Mentana causa febbrone – è quello che dà più spazio alle tensioni tra Venezuela e Stati Uniti, con la decisione dell’espulsione di un “agente segreto” nordamericano e le accuse di avvelenamento per la malattia del leader Chavez.

Lorenzo Coletta

 

Dati Auditel dei Tg di lunedì 4 marzo 2013

Tg1 – ore 13:30 4.258.000, 24,25% ore 20:00 6.229.000, 23,26%. Tg2 – ore 13:00 2.862.000, 17,63% ore 20:30 2.288.000, 8,02%. Tg3 – ore 14:30 2.341.000, 14,59% ore 19:00 2.831.000, 14,35%. Tg5 – ore 13:00 3.472.000, 21,23% ore 20:00 6.055.000, 22,53%. Studio Aperto – ore 12:25 2.501.000, 19,33% ore 18:30 1.291.000, 8,44% (1P); 862.000, 4,61% (2P). Tg4 – ore 14:00 694.000, 4,07% ore 18:55 894.000, 4,54%. Tg La7 – ore 13:30 999.000, 5,69% ore 20:00 2.123.000, 7,87%.

Fonte: www.tvblog.it

Melina sulle sponde del Tevere

Commenta il post