Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Licenza di offendere

27 Marzo 2013, 19:34pm

Pubblicato da albertobaldazzi

beppe-grillo-2872945_0x410-620x254I Tg di mercoledì 27 marzo - “Ieri le troie di Battiato, oggi i puttanieri di Grillo. Non credo che con la dialettica degli insulti il dibattito politico possa andare molto avanti”. Questa l’ineccepibile sintesi fatta da Enrico Mentana, che si potrebbe arricchire con le annotazioni sul comportamento isterico e, probabilmente, tutt’altro che disinteressato dell’ex Ministro degli Esteri Terzi, e con la definizione “impresentabili” affibbiata qualche giorno fa da Lucia Annunziata al Pdl. Ma c’è una differenza: mentre Battiato è stato “licenziato” da Crocetta, Terzi fortemente criticato da Monti, Lucia Annunziata “redarguita” dal Direttore Generale Rai Gubitosi, sembra che Beppe Grillo abbia ampia licenza di insultare, oltre che facoltà di sragionare e di riscrivere la storia in salsa grillina.

Stasera sono tanti i commenti sulla diretta streaming dell’incontro Bersani-Cinque Stelle: Massimo Franco su Tg 1, Eugenio Scalfari su TG3, Giuliano Ferrara su TG 5, “Zoro” ancora su TG 1. Nessuno, però, si ribella all’uso del turpiloquio e al qualunquismo aggressivo del Portavoce del Movimento Proprietario. La stessa diretta streaming, di per sé novità stimolante, a pensar male può essere intesa come artifizio per “controllare” a distanza le parole e le stesse sillabe pronunciate dagli acefali rappresentanti del Movimento. Ci eravamo abituati alla tolleranza verso il celodurismo bossiano, il barzellettismo di Berlusconi miscelato con i tipici ormoni da ominide. Non vorremmo dover fare il callo all’eloquio del Comico che rende inascoltabili e indigeste le tante istanze positive che pure animano le Cinque Stelle.

Il backstage della vicenda Terzi è stato illuminato dal comportamento, soprattutto alla Camera, delle pattuglie militaresche del centrodestra: Brunetta e La Russa, sostenuti da “ola” da stadio e anche dall’ “educato” Lupi, mancava poco che gridassero “Buu!” a Monti, i cui limiti, in questa come in altre vicende, sono notevoli e non necessitano di essere caricaturizzati. Tg 4 rincara la dose con distruttivi commenti da studio. Siamo certi che la Marina Militare non sia contenta dello scambio due marò in India, il marò Terzi abile e arruolabile in Patria.

Alla ricerca di qualche sensibilità positiva, segnaliamo che in pratica tutti i Tg hanno stigmatizzato il vergognoso sit-in del sindacato di polizia Coisp sotto l’ufficio della madre di Federico Aldrovandi, ucciso a Ferrara da quattro poliziotti condannati con sentenza passata in giudicato. La solidarietà, in casi come questi, fa a pugni con l’etica e la verità.

Alberto Baldazzi

 

Dati Auditel dei Tg di martedì 26 marzo 2013

Tg1 – ore 13:30 4.254.000, 22,80% ore 20:00 6.373.000, 24,31%. Tg2 – ore 13:00 3.111.000, 18,03% ore 20:30 2.462.000, 8,66%. Tg3 – ore 14:30 2.469.000, 14,48% ore 19:00 2.646.000, 13,78%. Tg5 – ore 13:00 3.891.000, 22,47% ore 20:00 5.256.000, 19,93%. Studio Aperto – ore 12:25 2.431.000, 17,51% ore 18:30 1.080.000, 6,99%. Tg4 – ore 14.00 802.000, 4,43% ore 18:55 997.000, 5,19%. Tg La7 – ore 13:30 908.000, 4,87% ore 20:00 2.388.000, 8,95%.

Fonte: www.tvblog.it

Licenza di offendere

Commenta il post