Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Le due facce della medaglia

5 Aprile 2013, 16:58pm

Pubblicato da albertobaldazzi

masque-de-venise-commedia-dell-arte-commedia-tragedia-1636I Tg di venerdì 5 aprile - Due notizie, due scenari dalle tinte opposte. I Tg di serata si sbracciano e si frantumano per raccontare il triplice suicidio a Civitanova Marche e la “scampagnata” – così definita da un parlamentare grillino – del Movimento Cinque Stelle. TG La 7, Studio Aperto e Tg 4 “aprono” sul silenzio fragoroso che accompagna l’uscita di scena di una coppia di anziani e del loro congiunto, perché talvolta la miseria toglie a qualcuno non solo la possibilità, ma la voglia stessa di vivere. Enrico Mentana appare addirittura commosso. I TG Rai scelgono per l’apertura il summit bucolico dei grillini nella campagna romana. TG 1 mostra in un servizio assai divertente l’inseguimento dei giornalisti ai pullman Cinque Stelle e il successivo “assedio” al ristorante blindato. Paolo Mieli, sempre su Tg 1, sottolinea il tono tenue e scanzonato che anche le vicende politiche più spinose acquisiscono quando si svolgono nella Capitale.

Come è ovvio, i due fatti non sono legati da alcun principio di causa-effetto, eppure la loro collocazione in uno stesso spazio informativo sembrerebbe simboleggiare tutto quello che non va nel sistema Italia e, in primo luogo, la distanza tra la rappresentanza politica e la realtà di tanti cittadini. Anche le immagini della zona rossa de L’Aquila, immote da quattro anni e riprese da tutte le testate, fanno capire che più di qualcosa non funziona.

Forse per incredulità o per tema di essere smentiti nelle prossime ore, non c’è enfasi nei Tg sull’apparente cambio di passo di Berlusconi, che non chiede più ministri in un governissimo e neanche un “suo” inquilino per il Quirinale. Alfano in diretta su Tg 1 conferma la svolta, senza dichiararla esplicitamente. Le baruffe chiozzotte in casa Pd, con corredo di richiesta di dimissioni per il Direttore de L’Unità per l’odierno titolo sgradito ai renziani, testimoniano che nell’attuale scenario politico non esistono aree tranquille, coese e, conseguentemente, pienamente credibili.

Dopo aver parlato sempre “in nome e per conto” dei legali di Berlusconi e dopo aver illustrato ieri, con grandissimo spazio, lo “sfogo” di Ruby alla stessa maniera, questa sera i TG Mediaset se la cavano più semplicemente leggendo l’integrale di un comunicato spedito da Arcore che tuona contro chi ha espresso dubbi sulla genuinità e autonomia delle affermazioni della giovane marocchina.

La Zanzara, a chi scrive, non piace, ma questo non significa augurasi la sua chiusura. In relazione al tranello in cui ieri è caduto Valerio Onida, Tg la 7 si chiede e chiede a Michele Serra se si può parlare di giornalismo quando si usano trucchi e camuffamenti. La risposta è negativa, anche se per il giornalista Cruciani, coautore della trasmissione, tutto rimane nelle regole. Su Tg 4 viene dato ampio spazio all’”imitatore” che, incridibile dictu, si auto assolve completamente.

Alberto Baldazzi

 

Dati auditel dei Tg di giovedì 4 aprile 2013

Tg1 – ore 13:30 4.148.000, 23,10% ore 20:00 5.705.000, 23,22%. Tg2 – ore 13:00 3.170.000, 19,33% ore 20:30 2.224.000, 8,25%. Tg3 – ore 14:30 2.310.000, 14,24% ore 19:00 2.450.000, 14,03%. Tg5 – ore 13:00 3.543.000, 21,58% ore 20:00 4.713.000, 19,18%. Studio Aperto – ore 12:25 2.265.000, 17,78% ore 18:30 977.000, 7,00%. Tg4 – ore 14.00 663.000, 3,77% ore 18:55 948.000, 5,62%. Tg La7 – ore 13:30 1.040.000, 5,77% ore 20:00 2.239.000, 9,01%.

Fonte: www.tvblog.it

Le due facce della medaglia

Commenta il post