Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

La guerra incivile

5 Giugno 2013, 15:18pm

Pubblicato da albertobaldazzi

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I Tg di mercoledì 5 giugno - Berlusconi parla – ripreso da tutti i Tg – di fine della guerra civile e vede un radioso futuro per il governo e le riforme. Beato Lui. E’ difficile credere che si tratti di resipiscenza da parte di chi ha contribuito più di altri a rendere irrespirabile il clima del dibattito pubblico e a devastare gli equilibri istituzionali, introducendo numerosi elementi di inciviltà. La politica tenta una faticosissima ripartenza, ma risulta evidentemente appesantita: la Commissione dei Trentacinque più che ad un agile strumento assomiglia ad una tavola rotonda del tardo Medioevo intorno alla quale siedono, invece che cavalieri ed eroi, professori e professionisti della politica: in bocca al lupo. Il tutto sembra servire da scudo per il volenteroso Letta contro le più che probabili divisioni all’interno del suo governo.

Matteo Renzi dice e non dice: oggi è il giorno in cui c’è “il rischio” che si candidi alla segreteria Pd ( Tg La 7, Tg Rai, Tg 5); ieri aveva negato. Chi in questi mesi non si smentisce mai è Squinzi che, dal fronte imprenditoriale – ma con accenti consimili a quello sindacale – , sciorina i dati di quel 15% di industria manifatturiera evaporata nell’ultimo quinquennio e chiede al governo di fare, e fare presto (aperture per Tg 4 e Tg5 e Tg La 7). Ottimi i servizi di Tg La 7 e Tg 3 sugli ulteriori punti di crisi (Indesit) e sulla disperazione di intere comunità.

Alla civiltà giuridica e ai diritti fondamentali spesso conculcati rimandano la sentenza sul caso Cucchi e le immagini da Terni. Tg 1 e Tg 3 “aprono” con la condanna “soft” e con le peni lievi comminate solo ai medici, mentre agenti e infermieri sono stati assolti .Una sentenza che ha portato Ilaria Cucchi ad affermare che il fratello è morto di ingiustizia. Siamo d’accordo, anche se non ce la sentiamo di censurare le decisioni di quella stessa magistratura cui riconosciamo sempre autonomia e responsabilità. Siamo d’accordo, dicevamo, perché al di là delle responsabilità penali individuali che i giudici devono discernere e accertare, la vicenda Cucchi ha dimostrato come questo Paese sia in preda ad una fondativa inciviltà che si appalesa nel sistema carcerario come in tanti altri snodi della vita pubblica. Un’unica consolazione: sul caso Cucchi fin dal 2009 stampa e media si sono comportati adeguatamente e anche stasera sembra che tutti i Tg accusino una sostanziale sconfitta.

Le manganellate che hanno colpito a Terni anche il Sindaco Di Girolamo (in diretta su Tg 1), alla testa di una manifestazione di operai delle acciaierie – storico cuore pulsante e democratico della città -, sono apertura per Tg 4 e Tg La 7. Ampi servizi su tutti ci presentano le immagini di quella che, forse, non è stata una vera e propria “carica” della Polizia ma che, quantomeno, appare come un atto gravissimo ed inspiegabile delle forze dell’ordine. Le indagini chiariranno. Per Mentana i fatti di Terni sono preoccupanti, anche perché di cortei con i sindaci in testa a reclamare il lavoro che non c’è ne vedremo sempre di più, in un clima sempre più teso. La libertà di manifestare e di protestare anche scompostamente è uno dei quegli elementi di civiltà che, ci auguriamo, nessun Ministro dell’Interno e nessun poliziotto o carabiniere si azzarderà a conculcare.

Alberto Baldazzi

Dati Auditel dei Tg di martedì 4 giugno 2013

Tg1 – ore 13:30 3.757.000, 21,40% ore 20:00 5.166.000, 22,67%. Tg2 – ore 13:00 2.871.000, 18,10% ore 20:30 2.378.000, 9,51%. Tg3 – ore 14:30 1.879.000, 11,67% ore 19:00 1.945.000, 13,35%. Tg5 – ore 13:00 3.329.000, 20,89% ore 20:00 3.975.000, 17,48%. Studio Aperto – ore 12:25 2.447000, 20,02% ore 18:30 934.000, 8,42%. Tg4 – ore 14.00 740.000, 4,27% ore 18:55 932.000, 6,46%. Tg La7 – ore 13:30 709.000, 4,02% ore 20:00 1.768.000, 7,73%.

Fonte: www.tvblog.it

La guerra incivile

Commenta il post