Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

La finestra sul cortile

3 Luglio 2014, 20:38pm

Pubblicato da albertobaldazzi

immagineI Tg di giovedì 3 luglio - Dobbiamo ripeterci. Anche stasera i Tg sembrano più interessati al cortile di casa che al palcoscenico europeo dove, con ogni probabilità, si definiranno i margini d’intervento del governo sulla crisi. Come già avvenuto ieri solo TgLa7 mette l’accento sullo scontro tra Renzi (e il Pse) e i popolari europei, soprattuto tedeschi e olandesi. Mentana è anche l’unico a segnala che la stampa internazionale ha apprezzato l’esposizione di Renzi, con l’eccezione di qualche testata conservatrice tedesca. I Tg Mediaset, ma anche Tg1 e Tg3, aprono sull’incontro tra Renzi e Berlusconi, ulteriore blindatura del pato sulle riforme. Tg5 osa dire che in Forza Italia ci sarebbero malumori per la decisione dell’ex Cav. di non contrastare gli orientamenti del premier e di chiudere comunque entro luglio la riforma del Senato in prima votazione. TgLa7 è più esplicito, e intervista un Gasparri che parte lancia in resta affermando che Renzi non ci sente sulle richieste della destra ma subito dopo prende atto che è meglio fare quello che la sinistra concede, piuttosto che stare fermi. Star di serata è anche Grillo con la sua visita romana nelle quale si sono confermati da un parte gli attacchi all’ebetino e al pregiudicato, ma dall’altra la volontà conciliativa con Renzi, “sempre che si rimettano in discussione le preferenze”. Si vedranno (ma lui non ci sarà) lunedì. L’unica testata a produrre qualcosa di originale è Il Corriere della Sera, con un video ripreso sempre da La7 in cui il Portavoce parla a ruota libera dopo che sul web odierno ha fatto un dietro-front sulle presenze in Tv: sbagliate, non ci saranno più. Insomma, da una parte Weber, dall’altra Toti e Brunetta o se, preferite, Guerrini e Verdini, con il guastatore Grillo a ravvivare il quadro. L’informazione italiana, dopata di politica e di politici nostrani, quando si superano le Alpi si vede proprio che si sente in trasferta.

Tg2, come La7, fa quanto meno una scelta diversa e predilige nell’apertura le dichiarazioni di Napolitano che afferma una cosa allo stesso tempo banale ma non scontata nella coscienza diffusa: l’immigrazione non può essere considerata un’emergenza, perché in realtà è un fenomeno epocale da cui non solo l’Italia deve sentirsi fortemente toccata. Diversi titoli sulle decisone odierne della Bce sui tassi e l’annuncio di ulteriore liquidità al sistema bancario europeo, finalizzato al credito a imprese e famiglie. Come si vede le decisioni importanti spesso vengono prese non nel cortile di casa. Vicino casa continuano a svilupparsi tensioni inaudite, cime quelle tra israeliani e palestinesi (nei titoli perla Rai). Tg3 ritorna a proporre interviste ai parenti delle vittime, dopo che ieri aveva mandato in onda interviste agghiaccianti che trasudono l’odio reciproco tra coloni e abitanti della striscia di Gaza.

Mentana gongola, o quasi, per la possibilità che il conduttore di Ballarò cambi casa e vesta la giacchetta La7 nella prossima stagione. Una cosa è certa: Floris ha rotto con la Rai che, quindi, rimarrà orfana del “suo” Ballarò e con ogni probabilità delle copertine di Crozza.

Nell’approfondimento del Tg2 un servizio giornalistico tutt’altro che irrilevante - non quindi uno dei tanti esempi di infotainment - che smentisce la leggenda metropolitana secondo cui i membri delle comunità cinesi non morirebbero mai.

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei TG di mercoledì 2 luglio 2014 Tg1 - ore 13:30 3.515.000, 21,59% ore 20:00 4.142.000, 22,61%. Tg2 - ore 13:00 2.425.000, 16,42% ore 20:30 1.569.000, 7,70%. Tg3 - ore 14:30 1.576.000, 11,73% ore 19:00 1.438.000, 10,69%. Tg5 - ore 13:00 2.650.000, 17,63% ore 20:00 3.541.000, 19,26%. Studio Aperto - ore 12:25 1.845.000, 15,52% ore 18:30 743.000, 7,28%. Tg4 - ore 11:30 425.000, 6,96% ore 18:55 454.000, 3,38%. Tg La7 - ore 13:30 475.000, 2,96% ore 20:00 1.200.000, 6,48%.

Fonte:www.tvblog.it

Commenta il post

La finestra sul cortile 07/03/2014 21:39

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]