Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Il rebus made in Europe

5 Marzo 2014, 22:58pm

Pubblicato da albertobaldazzi

rebus-1I Tg di mercoledì 5 marzo - Nel giorno in cui lo spread scende sotto quota 180 (come riportano TgLa7 e Tg2), Oli Rehn dice “non basta”, e permette a Tg4, Tg5 ed allo stesso TgLa7 di aprire con le critiche di Bruxelles al mancato sviluppo, all’eccessivo debito e all’aumento della disoccupazione: questioni che fino a poco fa non venivano neanche nominate. Renzi risponde da Siracusa che i numeri sono quelli, ma debbono cambiare grazie a “misure shock” (apertura per i Tg Rai), iniziando da scuola, piano casa e Jobs act. Tg4 sceglie la satira e picchetta Renzi e le sue promesse chiamando in causa Mina e la sua “parole, soltanto parole …” . Napolitano, da Tirana, risponde che il tempo del rigore senza sviluppo è passato (nei titoli per Tg1 e Tg2). Tornando al Commissario per l’Economia Rehn, c’è da chiedersi se negli ultimi mesi del suo mandato abbia cambiato almeno in parte idea, o se le imminenti elezioni continentali lo stiano inducendo a “buttarla in politica”. Renzi, intanto, ha gioco facile a “sfruttarlo” per accreditare i suoi piani di riforma e sviluppo, supportato dall’immediata risposta inviata da Padoan a Bruxelles.

La politica nei confini nazionali è allietata dai riferimenti di Grillo ai “figli della lupa”, ovvero ai troppi giovanissimi studenti visitati da Renzi nelle sue prime uscite da premier (Treviso e Siracusa). TgLa7 e Tg2 fanno in tempo a riportare la risposta del premier che accusa il Portavoce di andare a braccetto con una particolare evoluzione di quei lupacchoitti, nel frattempo cresciuti: i fascisti di Forza Nuova. Nessuna parola, invece, in risposta alle evidenti tensioni sui sottosegretari indagati, per la quale la prima uscita della Ministra Boschi in risposta all’interrogazione di M5S non è stata un granché: nei titoli per Tg2, Tg4, Tg5 e Tg3; quest’ultimo presenta il servizio più “pepato”, tanto i renziani lo hanno già abbondantemente attaccato perché non “sincronizzato” con i nuovi dettami dell’era Renzi. Intanto l’iter dell’Italicum dimezzato ha preso avvio alla Camera, con la soddisfazione soprattutto di Alfano che, ampiamente ripreso da Tg2, afferma che finalmente è stata imboccata la strada giusta. Le benevole perplessità espresse da studio su Tg3 da Giovanni Toti ce lo mostrano forse più adeguato nel ruolo politico in Forza Italia che non in quello precedente di direttore di Studio Aperto e Tg4.

Sull’Ucraina molte le proposte di corrispondenze che illustrano bene la grande confusione che regna soprattutto ad est ed in Crimea. Il quasi-accordo parigino per una ripresa di tutoraggio est-ovest tra Russia e Unione europea è presente nei titoli di Tg2, Tg3 e TgLa7; quest’ultimo forza un poco il valore di un ritrovato accordo che, invece, è ancora molto da costruire. Ottimi ancora una volta gli approfondimenti di Tg2 sull’ex impero sovietico, sulle direzioni intraprese dai diversi paesi del blocco orientale e sulle rinnovate istanze di superpotenza della Russia di Putin.

In breve segnaliamo che Papa Francesco ottiene grande spazio per la sua intervista al Corriere; nei prossimi giorni c’è da attendersi una vera, giustificatissima “papeide” ad una settimana dal compimento del primo anno di pontificato.

I 180 milioni di multa dell’Antitrust alle due multinazionali del farmaco Novartis e Roche per i “trucchetti” ed il gioco delle due confezioni del prepatato oftalmico, risultato costosissimo per il sistema sanitario nazionale, è presente su Tg3 e nelle edizioni delle 20.

Mediaset prosegue nell’autoincensamento per la vittoria de La grande Bellezza ed il clamoroso successo di share di ieri sera (36%!); super servizi, e Pier Silvio ancora una volta Superstar. Tg5 si fa forte anche dei giudizi dell’eterodosso Freccero, che attacca esplicitamente Rai e Sky per la loro miopia.

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei TG di martedì 4 marzo 2014 Tg1 - ore 13:30 4.360.000, 23.00% ore 20:00 6.225.000, 23.84%. Tg2 - ore 13:00 2.807.000, 16.15% ore 20:30 2.043.000, 7.32%. Tg3 - ore 14:30 2.157.000, 12.38% ore 19:00 2.238.000, 11.14%. Tg5 - ore 13:00 3.377.000, 19.16% ore 20:00 5.486.000, 20.97%. Studio Aperto - ore 12:25 2.304.000, 16.27% ore 18:30 1.255.000, 7.60%. Tg4 - ore 11.30 515.000, 6.28% ore 18:55 869.000, 4.36%. Tg La7 - ore 13:30 1.010.000, 5.33% ore 20:00 1.702.000, 6.48%.

Fonte:www.tvblog.it

Il rebus made in Europe

Commenta il post

Il rebus made in Europe (I Tg di mercoledì 5 marzo) | nandocan magazine 1 03/06/2014 11:11

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]

Il rebus made in Europe 03/05/2014 23:00

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]