Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Il Paese e il Partito Unico

29 Settembre 2014, 20:37pm

Pubblicato da albertobaldazzi

pdI Tg di lunedì 29 settembre – Oltre quello del 40,81% il Pd di Renzi (e non solo) sta macinando un altro record: riassumere al suo interno le maggiori dinamiche, se non le uniche, che animano il dibattito e lo scontro politico nel Paese. La direzione odierna sulla riforma del lavoro e sul citatissimo articolo 18 (che mentre scriviamo è ancora in corso) ha impattato con i Tg di serata (e con gli speciali del pomeriggio) come un tornado; eccessivo attendersi una cronaca puntuale, estesa e tanto meno qualche interpretazione di senso. Ma fin dai titoli è risultato evidente su tutti che il perimetro della discussione politica (alta, e qualche volta caratterizzata anche da colpi bassi) è appannaggio del Pd. La visione in diretta streaming ci ha offerto un arioso discorso di Renzi, molti intreventi a supporto e numerose contestazioni. A 360 gradi quella di D’Alema, che ha dato a Renzi del “fanfarone”; una sorta di saluto sull’uscio da parte di Civati; un residuo credito verso una ricomposizione per Cuperlo; una opposizione fiera da parte di Fassina e, soprattutto, un richiamo durissimo alla buona creanza contro la tentazione di usare la denigrazione degli avversari interni da parte di Bersani.

I Tg Mediaset colgono poco la profondità delle divisioni, e Tg5 esordisce negando il redde rationem. Quelli Rai saltellano dalla relazione introduttiva ai flash dei maggiori interventi. Mentana segnala nel primo titolo la durezza dell’intervento di D’Alema e, soprattutto, il riferimento al metodo Boffo proferito da un Bersani assai incavolato. Il resto della politica non brilla affatto, anche se “sta a guardare”, ripreso dalle diverse testate che riassumono i giudizi benevoli (e attendisti) di Forza Italia e quelli malevoli (e liquidazionisti) di Cinque Stelle e Sel. Complessivamente Renzi potrà essere soddisfatto della rappresentazione del suo jobs act e del dibattito in Direzione: se i quotidiani (in testa Corriere e Repubblica) lo hanno improvvisamente mollato, il giornalismo televisivo inquadra ancora il leader che piace alla maggioranza degli italiani.Anche i sondacati "stanno a guardare" e - ripresi nei titoli da quso tutti - si aggiornano sulla questione di un fronte unitario.

Per il resto segnaliamo che TgLa7, Tg2 e Tg3 hammo meritoriamente trovato spazio anche nei titoli per la protesta di massa in corso ad Hong Kong (servizio anche per Tg1). Buone coperture per Alfano che parla dei rischi per il Paese derivanti dai 48 terroristi dell’Isis transitati in Italia. Sull’imminente aumento della bolletta del gas e dell’elettricità apre il Tg5 e si accodano quasi tutti gli altri, mentre l’epopea del matrimonio veneziano di George Clooney prosegue su Mediaset che – ma guarda un po’! – scopre con Tg4 che sta durando troppo, come una fiction a puntate.

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei TG di domenica 28 settembre 2014 Tg1 - ore 13:30 4.134.000, 23,63% ore 20:00 5.077.000, 23,36%. Tg2 - ore 13:00 2.109.000, 12,84% ore 20:30 1.847.000, 7,73%. Tg3 - ore 14:30 1.116.000, 6,48% ore 19:00 1.795.000, 11,04%. Tg5 - ore 13:00 2.564.000, 15,57% ore 20:00 3.913.000, 17,78%. Studio Aperto - ore 12:25 1.550.000, 11,17% ore 18:30 854.000, 6,42%. Tg4 - ore 11:30 468.000, 4,98% ore 18:55 809.000, 5,00%. Tg La7 - ore 13:30 489.000, 2,80% ore 20:00 1.002.000, 4,53%.

Fonte:www.tvblog.it

Commenta il post

Il Paese e il Partito Unico 09/29/2014 21:45

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]