Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Ieri, oggi, domani

14 Febbraio 2014, 22:38pm

Pubblicato da albertobaldazzi

ieri-oggi-domaniI Tg di venerdì 14 febbraio – Tg1 e Tg2 sono le testate che dedicano più spazio alle ultime ore del Letta Premier, segnalando anche la telefonata di stima di Obama, giunta nel tardo pomeriggio. Anche Tg4 non lesina riconoscimenti ad Enrico Letta, protagonista del capitolo della politica nazionale che si è appena chiuso. Mentre partono le consultazioni, grande è lo spazio all’ultimo giorno del Renzi Sindaco che, in sedicesimo, ripropone a Palazzo Vecchio davanti alle coppie che festeggiano le nozze d’oro, quel San Valentino festeggiato a piazza San Pietro da Papa Francesco (titoli per Tg 1 e le testate Mediaset). Mentre i Tg Rai e La7 analizzano i dettagli della prima gioarnata di consultazioni e riportano la difesa della scelta del Quirinale di bypassare il passaggio parlamentare, Tg4 e Tg5 dedicano la maggior parte dello spazio alla figura del premier (quasi) incaricato. Renzi – lo confermiano sulla scorta dei tg di serata – piace anche a destra. Tg5 ripropone la storia del ragazzino quasi prodigio che ha la “mania delle regole” e per questo decide di fare l’arbitro. Tg4 con grande benevolenza ripropone le sue partecipazioni sulle reti Fininvest, “punto di contatto” simbolico tra il leader del centrosinistra odierno ed il teleutente partecipativo del ventennio berlusconiano. Non mancano, certo, le frecciatine al Pd e la sottolineatura del terzo Presidente non indicato dagli elettori ma, come riferito da Tg1 e Tg2, anche il Cavaliere dalla sua trasferta elettorale in Sardegna fa i suoi auguri al nuovo inquilino di Palazzo Chigi. Si tratta solo di “politically correct” o di qual cos’altro? Un Tg5 particolaremente bypartsan “entra” anche nei circoli del Pd di Bologna e di Firenze nei quali la base storica sembra un po’ disorientata ma comunque ben disposta a digerire la novità rappresentata da Renzi. La luna di miele per un nuovo leader è in genere misurata sulla base dell’apprezzamento nei sondaggi, ma in questo caso sembra quasi che nei media stessi si faccia a gare per apparire supporter del nuovo che avanza. Su TgLa7 intervengono due giornalisti/parlamentari: Corradino Mineo e Augusto Minzolini, ovviamente su posizioni assai diverse ma comunque entrambi scettici sulle “magnifiche sorti e progressive” del domani targato Renzi.

Domenica si vota in Sardegna, ma a Mediaset se ne ricorda solo Tg5 che propone un microscopico servizio sui diversi candidati; la chiusura della campagna elettorale di Forza Italia è invece dispensata in dosi indutriali da tutte e tre le testate, con Tg4 che si collega addirittura tre volte per farci ascoltare il Berlusconi-pensiero, guarda caso sui temi della persecuzione giudiziaria e dei diversi golpe che lo avrebbero allontanato dalla guida del Paese.

L’annuncio da parte dell’Istat del più 0,1% del pil nell’ultimo trimestre 2013 non rappresenta, certo, un gaudium magnum, ma neppure un calcio sugli stinchi. I Tg Rai lo riportano con forza, mentre TgLa7 segnala il valore poco più che simbolico del dato. A Mediaset la notizia non entusiasma e solo Tg5 la tratta con un mini - servizio.

L’osservazione dei tg in diretta e spesso in contemporanea ci permette di rilevare quanto sia importante il manico, anche quando si affronta una stessa notizia. E’ il caso questa della vicenda della studentessa ligure molestata dai compagni e vessata poi dagli attacchi di amiche e amici che l’accusano di averli denuciati. Tg3 fa pienamente il suo dovere e segue la vicenda con riserbo e attenzione critica; Studio Aperto, al contrario, si lancia in una finta denuncia gridata che, in realtà, altro non è che un alibi per lunghi minuti che tendono al morboso e si sostanziano di banalità sesquipedali. Buone le coperture di Tg1 e Tg5 sullo One Billion Rising celebrato in tutto il mondo per ricordare che la violenza contro le donne è tutt’altro che una piaga del passato.

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei TG di giovedì 13 febbraio 2014 Tg1 - ore 13:30 4.277.000, 23,70% ore 20:00 6.059.000, 22,99%. Tg2 - ore 13:00 2.430.000, 15,09% ore 20:30 2.398.000, 8,45%. Tg3 - ore 14:30 1.981.000, 11,71% ore 19:00 2.370.000, 11,70%. Tg5 - ore 13:00 3.103.000, 18,87% ore 20:00 5.517.000, 20,84%. Studio Aperto - ore 12:25 2.012.000, 15,61% ore 18:30 1.152.000, 6,97%. Tg4 - ore 11.30 391.000, 5,61% ore 18:55 931.000, 4,65%. Tg La7 - ore 13:30 924.000, 5,10% ore 20:00 1.894.000, 7,09%.

Fonte:www.tvblog.it

Ieri, oggi, domani

Commenta il post