Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Honey moon

9 Dicembre 2013, 22:06pm

Pubblicato da albertobaldazzi

logo-ldm-italieI Tg di lunedì 9 dicembre - Quasi tre milioni di cittadini hanno votato, e questo è già un segnale; che tutti i Tg flirtino con il nuovo segretario del Pd, rappresenta il suggello alla luna di miele che Renzi sta vivendo da meno di 24 ore. L’esito delle primarie democratiche è apertura per Tg1 e Tg3, per TgLa7 e Tg5, mentre Tg2, Studio Aperto e Tg4 privilegiano i “forconi”, troppo facile riutilizzo di una sigla che riprende con scarsa legittimità giornalistica una precedente stagione di proteste. Ma anche a Cologno Monzese Renzi risulta comunque “simpatico”, se non altro per il fatto che trattasi del primo segretario del Pci-Pds-Ds-Pd contro cui Berlusconi non ha (ancora) diretto le sue bordate. E’ la serata “fatta apposta” per i commentatori: Giuliano Ferrara e Paolo Franchi su Tg5, Mario Calabresi su Tg1, Belpietro e Claudio Tito su TgLa7. Nulla di clamoroso da segnalare, a parte il dubbio esplicito, ma probabilmente non capzioso, che

Mentana esprime fin dai titoli chiedendosi se “sarà vera gloria” quella del neo segretario Pd. Tutti plaudono alla “giovinezza” ed alla presenza di ben 7 donne su 12 membri della nuova segreteria: Ferrara e Belpietro segnalano la dura sconfitta della vecchia classe dirigente. Per il direttore de La Stampa non è il momento degli eccessivi entusiasmi su un domani assai poco determinabile.

Se con un po’ di ottimismo, sostanzialmente assecondato dai Tg, la politica sembra riavviare i motori, la vicenda delle proteste in tante città italiane, sotto l’egida dei “forconi” di siciliana memoria, attesta che non risolve tutto tra Nazareno, Palazzo Grazioli e Palazzo Chigi. La crisi morde a fondo e le mobilitazioni di piazza di ceti e settori in genere silenti ne sono una testimonianza. Gli scontri a Torino sono presenti su tutti, con toni da cronaca allarmistica su Tg4 e Studio Aperto, con un’attenzione non di maniera sugli altri. I Tg Rai e La 7 sottolineano, oltre alle baruffe e ai feriti, alcuni momenti di solidarietà tra forze dell’ordine e manifestanti: qualche bacio e il gesto simbolico di togliersi gli elmetti.

 

Il deja vù dello scontro telefonico Schettino-De Falco è un must, e tutti i Tg non resistono alla tentazione di riproporlo nei servizi di cronaca dal Processo grossetano sulla Concordia.

La coraggiosa donna sfregiata a Pesaro da sicari pagati dal suo ex che partecipa all’udienza del processo contro i suoi aguzzini, guadagna il titolo su Tg3, ma ampi servizi su tutti gli altri. Tg3 è anche l’unica testata che ci porta a Kiev, nelle ore che precedono una possibile apertura del governo verso l’opposizione che manifesta o, in drammatica alternativa, una dura repressione.

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei TG di domenica 8 dicembre Tg1 - ore 13:30 4.704.000, 24,57% ore 20:00 5.474.000, 22,75%. Tg2 - ore 13:00 2.599.000, 14,64% ore 20:30 2.069.000, 7,93%. Tg3 - ore 14:30 1.587.000, 8,45% ore 19:00 2.364.000, 11,71%. Tg5 - ore 13:00 2.895.000, 16,20% ore 20:00 4.774.000, 19,80%. Studio Aperto - ore 12:25 1.543.000, 10,39% ore 18:30 1.247.000, 6,86%. Tg4 - ore 14:00 404.000, 2,12% ore 18:55 830.000, 4,11%. Tg La7 - ore 13:30 831.000, 4,32% ore 20:00 1.484.000, 6,13%.

Fonte:www.tvblog.it

Honey moon

Commenta il post

Osservatorio tg. Honey moon | nandocan magazine 1 12/10/2013 10:40

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]

Honey moon 12/09/2013 22:07

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]