Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Facciamoci riconoscere…

8 Ottobre 2014, 21:55pm

Pubblicato da albertobaldazzi

monetinaI Tg di mercoledì 8 ottobre – La delega sul jobs act? L’articolo18? Ma mi faccia il piacere! Se si esclude la sinistra Pd, nel giorno in cui ha brillato di luce “crepuscolare” (definizione di Mentana) con la decisione di votare la fiducia e che, effettivamente, si è macerata sul reintegro dei lavoratori per via giudiziaria, in Senato parte delle opposizioni ha mandato in onda per tutto il pomeriggio una sorta di flash mob con l’unico obbiettivo di guastare la festa milanese di Renzi, nel ruolo di ospite dei premier europei. Tutte le testate riprendono fin dai titoli la bagarre delle monetine, i fogli bianchi sventolati, il libro tirato sul banco di Grasso, l’occupazione dei banchi del governo, il rifiuto di abbandonare l’Aula da parte del capogruppo M5s espulso. Le “curve” scatenate hanno operato con un unico obbiettivo: interrompere la partita e impedire a Renzi di tirare il rigore della fiducia in contemporanea con l’incontro milanese. Come accade spesso negli stadi più caldi la manovra è riuscita, e così dovremo attendere la notte per archiviare il primo passaggio della riforma del lavoro. Lega e Cinque Stelle si accontentano e, forse, godono per le 10 ore di tempo guadagnate (e fatte perdere). Tg5 “celebra”(in anticipo sul voto, comunque quasi scontato) la cesura nella tradizione del maggior partito di sinistra che “abbandona” falsi miti legati al lavoro. Tutti gli altri segnalano che a Milano il jobs act, ancora in sala parto, è piaciuto, malgrado le “sceneggiate” in Senato di cui Renzi ha parlato in conferenza stampa.

Tg4, il “pierino” di Mediaset, titola sul bluff act, ovvero su una delega che rimanda al nulla, ma in realtà è Giovanni Toti che ne ha il copyright. Per tornare alle opposizioni, questa volta fuori dal Parlamento, Landini è inquadrato da tutti con lo slogan dell’occupazione delle fabbriche durante la manifestazione Fiom a Milano (dove non sono mancati momenti di tensione). TgLa7 già nei titoli segnala che la dura affermazione non ha ricevuto plausi in primo luogo dagli altri settori sindacali. La neo leader Cils Furlan è assai presente e, in diretta da studio, risponde alla domande del Tg3. Anche in questo caso Tg4 si fa riconoscere e prende in giro la storia dei metalmeccanici in un servizio senza né capo né coda.

La morte del primo paziente ricoverato in Usa per Ebola, sommata agli interrogativi sulla prima infettata in territorio europeo (l’infermiera spagnola Teresa), dimostra che anche i malati, se occidentali o comunque presenti sul nostro territorio, valgono più delle migliaia di vittime in Africa: ieri apertura per Studio Aperto, questa sera titoli per tutti.

Non è per tutti la notizia bomba delle ammissioni di Galan, che chiede il patteggiamento per il Mose e ammette ciò che ha sempre negato, pronto a scambiare 2 milioni e 600 mila euro per una condanna a 2 anni e 10 mesi da scontare agli arresti domiciliari. Il Pm Nordio si sfrega le mani, intervistato da Tg1. Dicevamo notizia non per tutti, perché mentre è nei titoli per Tgla7 e nei servizi per quelli Rai, a Mediaset vige l’embargo, trattandosi di un fedelissimo di Berlusconi.

Rimaniamo a Mediaset per segnalare con soddisfazione la svolta sui diritti di Forza Italia, che oramai sulle unioni di fatto e gay grida (con la voce di Mara Carfagna presente come ieri nei Tg di Segrate) più di Marco Pannella. Ovviamente questa posizione liberal e progressista, accreditata all’influenza della Signora Pascale, non è esente dei tipici ingredienti della cucina politica, con le critiche a Renzi che ancora non ha sbugiardato l’ex delfino Alfano e non ha presentato adeguate e libertarie proposte di legge. Ma, comunque, apprezziamo sentitamente.

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei Tg di martedì 7 ottobre 2014

Tg1 - ore 13:30 3.616.000, 21,79% ore 20:00 5.701.000, 23,00%. Tg2 - ore 13:00 2.358.000, 15,79% ore 20:30 2.293.000, 8,48%. Tg3 - ore 14:30 1.764.000, 11,56% ore 19:00 1.785.000, 10,09%. Tg5 - ore 13:00 3.132.000, 20,70% ore 20:00 4.920.000, 19,59%. Studio Aperto - ore 12:25 1.938.000, 16,02% ore 18:30 958.000, 7,10%. Tg4 - ore 11.30 410.000, 6,84% ore 18:55 801.000, 4,55%. Tg La7 - ore 13:30 681.000, 4,10% ore 20:00 1.499.000, 5,98%.

Fonte:www.tvblog.it

Commenta il post

Facciamoci riconoscere… 10/08/2014 23:02

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]