Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Domani (forse) è un altro giorno …

20 Dicembre 2012, 16:17pm

Pubblicato da albertobaldazzi

902998_e8ece62a6d_m-494x254I Tg di giovedì 20 dicembre – Le convulsioni della sedicesima legislatura ben si attaglierebbero alla profezia Maya: la stanchezza e lo scoramento hanno infatti minato la voglia stessa di affrontare il domani. Per fortuna la politica riflette in maniera distorta la società, e anche domani troveremo dunque le energie per lottare e penare. TG 1, Tg 5 e Tg 4 “titolano” sulla fine del mondo, mentre Studio Aperto preannuncia uno “speciale” che – ci augureremmo – potrebbe essere l’ultimo di una lunga serie di masterpiecegiornalistici. Tg 2 affronta con un biblista la questione, scommettendo su una colazione da consumare insieme domani mattina. Monti aggiunge del suo, e parla a Melfi dello “stato nirvanico” che caratterizzerebbe buona parte dell’offerta politica, mentre lui – molto concretamente – abbraccia il discusso Marchionne nel consueto balletto dei reciproci endorcement.

Il caos sugli ultimi adempimenti delle Camere (liste pulite e incandidabilità) rivela i settarismi e le forzature di un centrodestra che spara le ultime cartucce di una maggioranza che, per fortuna, non esiste più.

Fa finta di non pensarla così il “fidanzato d’Italia”, un ringalluzzito Berlusconi che gioca a poker con la realtà sulle reti pubbliche e private, televisive e radiofoniche; non a caso i “suoi” solo ieri ci hanno regalato mille nuove sale giochi di prossima apertura nelle città italiane. Oggi ce n’è soprattutto per Monti, “piccolo” protagonista dell’agone politico nel confronto con il leader a vita della destra. Ce n’è anche per La 7, accusata di pensarla diversamente da Lui. Mentana risponde piccato.

I Tg riprendono Bersani che su SkyTG ricorda a Monti che i partiti personali con tanto di nome e cognome, hanno servito efficacemente gli intestatari, ma non gli italiani.

Allarme alla regione Lombardia: si stanno esaurendo i consiglieri non indagati, e la Procura della Repubblica milanese rischia la cassa integrazione. A proposito di giustizia lombarda, Ghedini è guest star nei Tg Mediaset con la consueta vulgata contro i giudici, questa volta per la richiesta di condanna per Silvio e Paolo Berlusconi per il caso Unipol.

Tg 3 non demorde e continua ad occuparsi di femminicidi e di violenza contro le donne, con un bel servizio sulla chiusura dei centri anti violenza in Puglia; a Lecce “mancano” 8 mila euro l’anno per tenerlo in piedi.

Domani è un altro giorno, si vedrà….

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei TG di mercoledì 19 dicembre Tg1 – ore 13:30 3.951.000, 23,61% ore 20:00 5.434.000, 21,71%. Tg2 – ore 13:00 2.632.000, 17,25% ore 20:30 2.286.000, 8,44%. Tg3 – ore 14:30 1.860.000, 11,84% ore 19:00 2.261.000, 11,88%. Tg5 – ore 13:00 3.327.000, 21,52% ore 20:00 5.610.000, 22,37%. Studio Aperto – ore 12:25 2.120.000, 17,84% ore 18:30 1.018.000, 6,42% (1P); 863.000, 4,72% (2P). Tg4 – ore 14:00 760.000, 4,50% ore 18:55 899.000, 4,75%. Tg La7 – ore 13:30 926.000, 5,42% ore 20:00 2.020.000, 8,03%.

Fonte:www.tvblog.it

Domani (forse) è un altro giorno …

Commenta il post