Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Divisi alla meta

10 Marzo 2015, 23:59pm

Pubblicato da albertobaldazzi

schermata-2015-03-10-alle-21-54-04I Tg di martedì 10 marzo – Tutte le testate, con l’eccezione di Studio Aperto, aprono con l’ok della Camera alle riforme costituzionali. Una giornata importante e molto divisiva, anche se i “numeri” della maggioranza renziana hanno retto rendendo soddisfatto i premier. Le divisioni restano però la “cifra”, a destra come a sinistra. Tg5 “stranamente” non nega quelle dentro Forza Italia, che hanno portato votare no solo “per affetto verso Berlusconi” i 18 deputati “verdiniani” che al prossimo giro si comporteranno secondo coscienza, ovvero diranno sì alle riforme. Il fatto che Mediaset dia spazio ai dissidenti attesta che il cerchio magico dell’azienda almeno in parte si smarca dall’ex Cav, che per altro un giorno dà retta a Brunetta, quello prima a Romani. Grande passerella di politici su tutte le testate: dai Cinque Stelle che hanno abbandonato l’aula al momento del voto a, Sel che espone copie della Costituzione che verrebbe sfregiata dalle riforme. Su Tg1 compare una soddisfatta ministra Boschi, mentre un Alfano plaudente è in diretta su Tg3, cui fa da contrappeso un Bersani assai critico. Brunetta è trasversale su Rai e Mediaset. Anche la Lega è a rischio scissione; il destino di Tosi è investigato da tutti, ma mentre scriviamo non si conosce l’esito del braccio di ferro con Salvini. Passando all’economia le maggiori testate riportano la doccia fredda sulle prospettive di crescita che deriva dai dati di gennaio sul calo della produzione industriale. Presente anche la “notiziola” degli 8 miliardi stanziati dall’Italia per il fondo Juncker per lo sviluppo; Mentana dedica un titolo, segnalando che Renzi intende versare quanto la Germania: politica d’immagine o ringraziamento per l’ok alla legge di stabilità? L’altro piatto di portata è l’attesa per la sentenza della Cassazione sul processo Ruby. Titolo per Tg1 e TgLa7, ma ne parlano anche Tg4 e Tg5. La tragedia dei 2 elicotteri scontratisi in volo in Argentina, con le 10 vittime quasi tutte francesi, è in apertura su Studio Aperto ma nei titoli per quasi tutti. La notorietà dei campioni dello sport transalpino rimasti uccisi, protagonisti del format “estremo” della Tv francese ambientato in Sud America, dà il là a Mediaset per riproporre tutte le vittime degli ultimi anni tra i protagonisti della Tv dei reality. Tg5 e Tg3 segnalando la persistenza o, addirittura, la recrudescenza del razzismo made in Usa, a 50 anni dalla marcia di Selma. L’approfondimento del Tg2 ci mostra il clima politico e sociale in Giordania, paese del medio oriente apparentemente tranquillo, ma in realtà grande esportatore di militanti dell’Isis. Alberto Baldazzi Dati auditel dei Tg di lunedì 9 marzo 2015
 Tg1 - ore 13:30 3.937.000, 22,79% ore 20:00 6.364.000, 23,15%. Tg2 - ore 13:00 2.675.000, 16,65% ore 20:30 2.003.000, 6,84%. Tg3 - ore 14:30 1.805.000, 11,23% ore 19:00 2.076.000, 9,99%. Tg5 - ore 13:00 3.377.000, 20,83% ore 20:00 5.344.000, 19,25%. Studio Aperto - ore 12:25 1.931.000, 14,62% ore 18:30 1.153.000, 7,10%. Tg4 - ore 11:30 493.000, 6,92% ore 18:55 715.000, 3,60%. Tg La7 - ore 13:30 697.000, 4,03% ore 20:00 1.395.000, 5,04%.

Fonte:www.tvblog.it

Commenta il post

Divisi alla meta 03/11/2015 00:00

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]