Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Cupola fascio-mafiosa

3 Dicembre 2014, 00:49am

Pubblicato da albertobaldazzi

cuppoloneI Tg di martedì 2 dicembre - All’ombra del Cuppolone, ma anche del Campidoglio, è cresciuta e si è riprodotta una cupola fascio-mafiosa che, abbandonato il settarismo ideologico degli anni 80, ha “aperto” anche a sinistra, senza dimenticare le radici affondate profondamente nella malavita organizzata e rinverdendo l’eredità della banda della Magliana e del terrorismo nero. L’inchiesta curata da Pm Pignatone che ha portato a 37 arresti e a più di 100 indagati in molti casi eccellenti, conquista l’apertura su tutte le testate. “Il nero” del Romanzo Criminale, l’ex Nar Carminati, non è solo un personaggio libresco o un protagonista della fiction, ma – secondo gli inquirenti – l’attuale contemporaneo “uomo di mezzo” tra il gabinetto del sindaco (Alemanno), gli assessori (di destra e di sinistra) e la malavita, i corruttori, i ricattatori. Comportamento equanime su tutte le testate; nessuna difesa d’ufficio, se si esclude La Russa che (Tg1) mette la mano sul fuoco su Alemanno. Sempre su Tg1 l’attuale sindaco Marino afferma che tutto è cambiato e che il marciume è cosa del passato. Interessante notare che dalle intercettazioni e dal lavoro degli inquirenti emerge che proprio la gestione dei centri di accoglienza e dei campi rom sarebbe stato un business centrale per quegli stessi ambienti fascisti che ultimamente hanno contribuito a creare gazzarra nelle periferie della Capitale.

La vicenda del bambino ucciso nel ragusano è sempre molto alta: servizi su servizi, doverosi quanto scialbi. Su Tg2 e soprattutto su TgLa7 assistiamo ad uno scarto: più che seguire le scarse notizie di giornata, si avanzano dubbi e interrogativi sul quadro iniziale prospettato dai familiari del bambino. E allora, come afferma esplicitamente Mentana, è forse meglio evitare il morboso e attendere che avanzi il lavoro degli inquirenti.

La politica si confronta nei Tg con le diverse interpretazioni del comunicato di 24 ore fa emesso dal Quirinale. Secondo Rai e La7 Renzi ne sarebbe avvantaggiato nella corsa alla riforma elettorale e costituzionale, pur concedendo un tempo certo (almeno un anno) alla durata della legislatura.

Anche se non è necessariamente tutto acciaio quello che luccicca, su TgLa7 l’acciaio italiano sembra riprendere vita sia a Livorno che a Terni che a Taranto; che stia riemergendo un barlume di politica industriale?

La scomparsa a 86 anni di Enzo Camerino, penultimo sopravvissuto al rastrellamento del ghetto romano del 1943, compare su Rai e su La7. Mentana ha buon gioco a ritrasmettere la lunga e bella intervista da studio realizzata con lui ad ottobre delle scorso anno.

Bello l’approfondimento del Tg2 sul ritorno dei giovani alla terra, non tanto in chiave bucolica, bensì in logica di sviluppo di un’agricoltura moderna che dà lavoro e soddisfazioni anche economiche.

Alberto Baldazzi Dati auditel dei Tg di lunedì 1 dicembre 2014
 Tg1 - ore 13:30 3.772.000, 21,92% ore 20:00 6.265.000, 24,54%. Tg2 - ore 13:00 2.771.000, 17,71% ore 20:30 2.230.000, 8,14%. Tg3 - ore 14:30 1.889.000, 12,04% ore 19:00 2.271.000, 11,54%. Tg5 - ore 13:00 3.237.000, 20,44% ore 20:00 5.836.000, 22,55%. Studio Aperto - ore 12:25 1.959.000, 15,38% ore 18:30 1.136.000, 6,87%. Tg4 - ore 11.30 423.000, 6,01% ore 18:55 878.000, 4,48%. Tg La7 - ore 13:30 653.000, 3,79% ore 20:00 1.407.000, 5,47%.

Fonte:www.tvblog.it

Commenta il post

La cupola cresciuta all’ombra del Campidoglio (I Tg di martedì 2 dicembre) 12/03/2014 01:55

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]