Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Confusione

30 Ottobre 2014, 22:46pm

Pubblicato da albertobaldazzi

thyssenI Tg di giovedì 30 ottobre - Camusso e Landini; renziani e sinistra Pd; manganelli e slogan aggressivi; scuse in Parlamento e richieste di dimissioni per il capo del Viminale. I Tg di serata girano intorno agli scontri di ieri alla manifestazione degli operai delle acciaierie ternane. Difficile identificare fazioni e posizioni precise, anche se avverse; nel sindacato l’atteggiamento odierno della Camusso che, in diretta su Tg3, accetta le scuse di Alfano, e la proclamazione dello sciopero generale dei metalmeccanici annunciata da Landini sembrano scollegati e, almeno in parte, collidenti. L’informazione tira il collo per coprire e seguire un ballon d’essay che viene caricato di significati simbolici. Intendiamoci, le manganellate sono un fatto concreto quanto negativo, ma l’interrogativo di Mentana sulle “30 ore di silenzio di Renzi” appare eccessivo e un po’ troppo di maniera. Lo spazio alla notizia della riapertura della trattativa con la Thyssen gode in generale di minore illuminazione. Più interessante TgLa7 quando illustra ampiamente i dubbi del Colle sul nome “giovane” ventilato da Renzi per la sostituzione della Mogherini. I dati sulla povertà che avanza sono illustrati bene da Mediaset e benissimo da Tg2, che esemplifica la crisi che attanaglia anche professioni fino a qualche anno fa ambite come i dentisti e i giornalisti. Parlando di noi, i 3,8 euro a pezzo che riempiono (?) i portafogli dei freelance e i 3.000 posti di lavoro più tradizionali persi nell’informazione non giustificano ma spiegano perché il livello dell’offerta giornalistica sia sceso così in basso, pur tra numerosi eccezioni meritevoli di menzione. Tra queste c’è proprio il Tg2, testata corretta che non si fa travolgere dalla moda del momento e che, soprattutto, valorizza la presenza in redazione di qualche bravo giornalista.

Mentana segnala con forza che il Monte dei Paschi non ce la fa da sola; conseguentemente la prima e più antica banca del mondo sarà costretta a cercarsi un marito.

I Tg Rai segnalano la ribellione dell’infermiera americana reduce dall’area dell’Ebola che contesta la psicosi che ha assalito l’America (e non solo) rifiutando di attenersi alla quarantena imposta dalle autorità sanitarie federali.

Tg3 e Tg5 ci regalano due buoni servizi che riesumano le immagini dello scontro a base di guantoni (e non solo) tra Clay e Foreman di 40 anni fa nell’Africa Nera. I 30 anni dalla scomparsa di Eduardo, “il Moliere italiano”, compaiono sia in Rai che su Tg5, elevando il livello di un’informazione di serata tutt’altro che esaltante.

Alberto Baldazzi

Dati auditel dei Tg di mercoledì 29 ottobre 2014 Tg1 - ore 13:30 3.342.000, 20,25% ore 20:00 5.967.000, 23,32%. Tg2 - ore 13:00 2.485.000, 16,55% ore 20:30 2.100.000, 7,68%. Tg3 - ore 14:30 1.622.000, 10,67% ore 19:00 2.134.000, 10,94%. Tg5 - ore 13:00 3.437.000, 22,66% ore 20:00 5.628.000, 21,77%. Studio Aperto - ore 12:25 2.013.000, 16,72% ore 18:30 1.005.000, 6,29%. Tg4 - ore 11:30 457.000, 7,37% ore 18:55 811.000, 4,19%. Tg La7 - ore 13:30 577.000, 3,49% ore 20:00 1.558.000, 6,06%.

Fonte:www.tvblog.it

Commenta il post

Confusione 10/30/2014 22:55

[…] LEGGI L’OSSERVATORIO INTEGRALE […]