Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

La corruzione macina, la politica latita

2 Marzo 2017, 00:41am

Pubblicato da Alberto Baldazzi

La corruzione macina, la politica latita

I Tg di mercoledì 1 marzo – L’arresto per corruzione dell’imprenditore Alfredo Romeo, e più in generale gli sviluppi delle indagini sugli appalti Consip, ottengono primo e secondo titolo sui principali Tg (apertura per Tg5 e Tg la7, terzo titolo per Tg2). Tanti i fronti dell’inchiesta, come anche i nomi della politica che spiccano nei servizi: Lotti, Tiziano Renzi e da oggi anche Bocchino. Il risultato è un “nuovo corto circuito” (Tg La7) tra politica e vicende giudiziarie, con servizi che raccolgono le dichiarazioni delle parti coinvolti ed altri che registrano i battibecchi tra PD ed M5S sui conti del ministro Lotti e Renzi senior (Tg3 e Tg la7).

Per la politica, le primarie nel Pd hanno da qualche giorno lasciato il posto alla ricerca di leadership nel centrodestra, presente nei servizi dei Tg Rai e La7, mentre resta quasi ignota sui Mediaset. Ma il partito democratico torna “in auge” con un’altra vicenda, quella del supposto tesseramento forzato in alcuni circoli partenopei (titolo per Tg La7). La proposta M5S di riformare le pensioni dei parlamentari e gli scambi con Tito Boeri figurano su Rai, La7 e Tg5 mentre non trovano l’interesse di Tg4 nonostante i molti servizi della testata contro i vitalizi. Tg2 spiega meglio degli altri di che cosa si tratta.

La calendarizzazione al 13 marzo della legge sul testamento biologico al Senato si ritrova in apertura per Tg1 e Tg2, tra i titoli per Tg3, Tg5 e Tg La7, con Mentana che esplicita in scaletta ciò che molti pensano: sull’onda dell’emozione, la politica è stata “costretta” ad accelerare iter di questa legge, mentre le divisioni restano. Il dibattito sulla maternità surrogata sollevato dalla recente sentenza trentina si ritrova stasera solo nei servizi di Tg1 e Tg2.

Tanta politica restringe gli spazi all’economia, e così i dati Istat su calo della pressione fiscale e le proposte di Poletti su nuove modalità d’uso per i Voucher sono sciolinati nei servizi senza approfondimenti. Titoli per Tg4, Tg3 e tg1.

La denuncia di Mary Collins, membro della commissione internazionale contro abusi del clero appena dimessasi, che accusa la curia romana di aver per tre anni osteggiato la battaglia contro la pedofilia nella chiesa, è presente su tutti e titolo per i Tg delle 20.

Per gli esteri grande spazio (titoli per Tg3, Tg1 e Tg La7) al discorso al Congresso di Trump, che sorprende per i toni “presidenziali” (pur restando opaco nei contenuti) e che per Tg2 segnala "un passo verso la normalità". Cresce l’attenzione anche per le Presidenziali francesi, con i Tg Rai e la7 che registrano fin dai titoli le dichiarazioni di un Fillon che non intende ritirarsi. Il discorso di Juncker sulle possibili strade dell’Unione – che, probabilmente, avrebbe meritato maggiore attenzione – figura solo in un titolo del Tg3

Anche stasera Tg4 produce una nuova pagina dell’epopea dell’emergenza sicurezza. “Se nemmeno i vip si sentono al sicuro (titoli anche per Studio Aperto), perché qualcun altro dovrebbe stare tranquillo?” Ci piacerebbe dar credito a questi servizi se si accompagnassero di più dati e meno emozionalità. Un’altra epopea, quella di una donna che ha dovuto girare 23 ospedali in tre regioni, e che solo grazie all’intervento della Cgil sarebbe riuscita ad interrompere la sua gravidanza, è oggetto di servizio solo per il Tg5.

La testata di Mario Giordano, con la sua attenzione “pelosa” ai temi securitari”, è comunque la sola a riportare stasera della chiusura del“gran ghetto” di Rignano Garganico, tendopoli abusiva nel barese presente da oltre 10 anni che ospitava oltre 500 migranti ed il cui sgombero era stato ordinato nel 2016 per presunte infiltrazioni. Sempre in tema profughi, Tg3 continua il suo viaggio tra i centri d’accoglienza "spontanei" in Grecia, dove le onlus e i volontari sopperiscono alle mancanze dello stato.

Luca Baldazzi

Dati auditel dei Tg di mercoledì 1 marzo 2017

La corruzione macina, la politica latita

Commenta il post