Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Albertobaldazzi

Il conto, prego

17 Gennaio 2017, 01:43am

Pubblicato da Alberto Baldazzi

Il conto, prego

I Tg di lunedì 16 gennaio – Molta attenzione stasera ai temi dell’economia e della crescita, con Tg3 ed i Tg delle 20 che aprono sul “tandem” del doppio richiamo all’Italia da parte di Berlino e Bruxelles (primo e secondo titolo per tutti). Notizie in apparenza simili, ma che richiedono alcune righe per essere spiegate. Da una parte c’è la Germania che, dopo mesi di silenziosa trattativa, invoca l’intervento europeo, accusando il Paese di “non prendere posizione” sullo scandalo Fiat-Chrysler. I tedeschi riprendono una loro denuncia del maggio 2016 riguardante presunte irregolarità nelle emissioni in alcuni modelli Fiat prodotti in Italia e venduti in Germania, smentite successivamente dai test italiani. Una posizione che tutte le testate interpretano come un attacco rivolto ad una Fiat già “assediata” (Tg La7), e che provoca levate di scudi da parte dei ministri Galletti e Calenda, per rivendicare sia la sovranità del Paese sui test che a tutela degli oltre 70.000 dipendenti del Lingotto.

Il richiamo di Bruxelles, che chiede a un aggiustamento di 3,4 miliardi sui conti pubblici, pena l’avvio di una procedura d’infrazione, viene presentato nei servizi come un “conto salato” di cui eravamo stati graziati a novembre sotto al governo Renzi, e che ora incombe sui conti dello Stato. Segnaliamo intervista nel direttore del Tg3 a Padoan, che cerca di rassicurare sulla necessità di una manovra aggiuntiva. Il ministro del Lavoro ha ribadito l’intenzione di voler puntare sulla crescita, commentando anche previsioni del FMI che vedono proprio per l’Italia una riduzione della crescita nel 2017, caso unico tra i paesi dell’Unione.

L’ondata di gelo e neve che imperversa su gran parte del Paese è presente sin dai titoli su tutte le testate, con i Tg Mediaset che riservano le più ampie coperture. Ai servizi dalle zone terremotate sempre più isolate e in difficoltà s’accompagnano le previsioni dei danni causati alle produzioni agricole, che già oscillerebbero tra 300 milioni ed un miliardo.

La “valanga Trump” nella sua prima intervista “europea” occupa la pagina degli esteri su molte testate, che riprendono le roboanti dichiarazioni del futuro presidente Usa su Brexit, Nato, riforme e politiche d’accoglienza della Germania. Sui Tg Rai, Tg5 e La7 trovano spazio anche la replica della Merkel, che rivendica un’Europa padrona del suo destino, così come le manifestazioni pro Obama Care in Usa. A commento del servizio, Mentana si espone osservando come, sebbene Trump indirizzi la sua comunicazione alla pancia dell’elettorato, questo non fa di lui una figura “stravagante” ed ignara delle piene conseguenze di quello che dice.
La fusione dell’italiana Luxottica con il gruppo francese Essilor viene accolta positivamente fin dai titoli da molte testate.

Per la cronaca, la sparatoria in una discoteca messicana che ha causato 5 morti, tra cui l’italiano Daniel Pessina, ottiene l’apertura su Tg4 ma scende a fine edizione già sul Tg3.

Sul fronte dell’accoglienza, molte testate riprendono nei servizi le anticipazioni delle nuove misure che il Viminale intenderebbe da mercoledì applicane per i richiedenti asilo in Italia. Fra queste figurano 2 mesi di lavori socialmente utili prima di poter ottenere un permesso di soggiorno, che su Tg4 fa registrare il consueto titolo ed una preventiva levata di scudi.

Segnaliamo in conclusione, la decisione del Tg2 di “capovolgere” la sua solita scaletta, aprendo sui primi casi di femminicidio dell’anno per passare alle notizie economiche solo dopo metà edizione; doppio titolo anche per Studio Aperto, che raccoglie l’esortazione rivolta alle vittime di abusi di denunciare, denunciare, denunciare.

Luca Baldazzi

Dati auditel del Tg lunedì 17 gennaio

Il conto, prego

Commenta il post